La qualificazione in Champions vale più di 60 mln tra UEFA e sponsor

Ricavi minimi per una cinquantina di milioni, che possono superare facilmente i 60 milioni di euro. L’Inter punta la qualificazione in Champions League nella sfida decisiva con l’Empoli anche per una questione economica: il “bonus” sarebbe particolarmente corposo.

Oltre ai ricavi Uefa, spiega la Gazzetta dello Sport, arriverebbero infatti anche alcuni bonus da parte degli sponsor: nel dettaglio, Pirelli, Nike e Suning garantirebbero rispettivamente 6 milioni, 3,75 e 3, per un totale di 12,75 milioni di euro.

Cifra che si andrebbe ad aggiungere ai ricavi Uefa, che possono valere circa 50 milioni di euro tra market pool, premi di partecipazione e premi dal ranking decennale/storico. Nella stagione in corso, dall’Uefa per la Champions sono arrivati circa 45 milioni: la speranza della società tuttavia è di riuscire a fare meglio.

Il tutto senza considerare anche il botteghino: nella stagione 2018/19, complice anche il record di 5,8 milioni di euro di incassi fatto segnare contro il Barcellona, i ricavi da stadio per l’Inter hanno superato i 10 milioni di euro per le tre gare casalinghe disputate nella fase a gironi.