La Juventus non vuole far prendere Lukaku all’Inter

“Un intrigo pazzesco avvolge i destini di Lukaku, Dybala, ma anche di Mandzukic e Matuidi. Le trattative tra Milano, Torino, Londra e Manchester sono state senza sosta anche ieri e oggi la musica non sarà diversa. Perché se l’Inter per il momento non ha ritoccato verso l’alto la sua offerta per il belga (ma lo farà e tra poco ve lo spiegheremo), la Juventus ha cercato di riannodare la trattativa per Romelu con lo United tramite un incontro andato in scena ieri sera tra il ds Paratici e i dirigenti dei Red Devils. Come? Provando nuovamente a convincere la Joya argentina a trasferirsi oltre Manica (per Paulo c’è in arrivo pure una proposta da 60 milioni del Psg) oppure individuando giocatori alternativi da inserire nell’affare. Come appunto l’attaccante croato e il centrocampista francese. Chiudere l’acquisto dell’ex Everton solo per soldi è più difficile”.

“Lo United, che a livello d’ingaggio non era troppo distante dalle pretese del numero 10 bianconero, si è tirato indietro e i vertici dei Red Devils anche ieri facevano filtrare che la chiusura nei confronti di Dybala era definitiva. La Juve invece era più possibilista perché non vuole lasciare Lukaku all’Inter. Per questo stamani Paratici vedrà Antun. Nell’incontro di ieri sera tra le due dirigenze si è parlato pure di Mandzukic e Matuidi. Un “pacchetto” con i due e un po’ di milioni per arrivare a Lukaku è stato rifiutato dallo United perché il francese non rientrerebbe nei piani dei Red Devils, a differenza del croato, individuato come possibile sostituto di Romelu. Solskjaer comunque ha fatto presente ai suoi manager che per i ruoli di punta e “sotto punta” nel 4–2-3-1 può andare avanti anche con Rashford, Greenwood, Sanchez e Martial. Avere Mandzukic o un altro elemento in prestito gli interessa, ma è disposto a far partire Lukaku anche dopo giovedì e senza avere nessuno al suo posto”, aggiunge il giornale sportivo.