La Juve pressa Icardi: altri tre giocatori sul piatto per convincere Suning

Mauro Icardi e la maglia numero 9. Anche nella prossima stagione l’accoppiata nome-numero sulle sue spalle potrebbe continuare. Solo il colore delle strisce potrebbe cambiare: dal nerazzurro al bianconero. Fabio Paratici è in pressing da mesi per portare a Torino il bomber argentino. Sul piatto un quinquennale da 8 milioni di euro netti a stagione più bonus e…la maglia numero 9, rimasta senza proprietario dopo la cessione di Gonzalo Higuain. “L’abbiamo lasciata libera per voi” hanno fatto sapere da Torino nei confronti del goleador rosarino e il suo entourage. Per la Juve, infatti, Maurito è la prima scelta come attaccante. Suning lo sa e ha alzato il muro: vogliamo 80 milioni di euro cash per il nostro (ex) capitano. Troppi secondo i bianconeri che ne vorrebbero spendere al massimo 60.

SCAMBI – Wanda Nara l’ha detto più volte: “Mauro vuole restare all’Inter”, ma se i nerazzurri decidessero di cederlo? Che si fa? Inutile restare dove si è sopportati e non più amati. Ecco allora la pista che porta alla Juve pronta a diventare rovente. Higuain più conguaglio intorno ai 20 milioni la prima offerta della società torinese. Respinta al mittente. Scambio con Douglas Costa? Piace ma economicamente e per differenza d’età ci sono valutazioni divergenti. Idem per Dybala per il quale la Juve due settimane fa chiedeva un conguaglio in suo favore oltre al cartellino di Icardi: con l’addio di Allegri però molto cambia in casa bianconera e la Joya non è più un sicuro partente. Altri tre i nomi – secondo quanto appurato da FcInterNews – che Paratici è pronto a mettere sul tavolo per non spendere 60 milioni cash per Icardi. Sami Khedira, Mario Mandzukic e Juan Cuadrado: uno di questi più un robusto conguaglio (diverso ovviamente in base alle contropartite) per portare Icardi a Torino. L’Inter ascolta, riflette e valuta ma non si sposta di un centimetro: vuole solo soldi per vendere Icardi. Con i bianconeri che potrebbero anche accontentare l’Inter qualora riuscissero a cedere alcuni degli elementi in esubero. In modo da avere un tesoretto di 60 milioni da girare in Corso Vittorio Emanuele per vestire di bianconero Maurito. Se ne riparlerà a fine mese. In questi giorni sia Inter che Juve hanno altre priorità (Champions e allenatore), ma il nome di Icardi appare destinato a infiammare il mese di giugno.