Kranevitter a un passo: nuovo Mascherano in patria che gioca col mito di…

L’Inter ha in pugno Matias Kranevitter. Il blitz di Piero Ausilio in Argentina di qualche settimana fa ha portato i suoi frutti e il centrocampista classe 1993, che in molti paragonano a Mascherano, sembra ad un passo dai nerazzurri. Così Gianluca Di Marzio presenta il probabile nuovo acquisto interista, che potrebbe fare apprendistato al Chievo:

“Tucumano purosangue. Ma col River Plate nelle vene. Si chiama Matias Kranevitter, per i compagni è Krane, per l’Inter potrebbe essere uno dei primi rinforzi di questo mercato. Piero Ausilio ci ha messo le mani, decisivo quel blitz in Argentina per avvicinarsi e convincere il giocatore che piace (tanto) anche all’Atlético del Cholo Simeone. Poi Chievo o Samp in prestito, magari, se non fosse da subito Inter. Non sarà un problema per lui, Matias, ragazzo umile e con quattro polmoni. A centrocampo corre all’impazzata, uomo d’ordine che non smette mai di ragionare col pallone tra i piedi, sa verticalizzare, il tutto condito da una visione di gioco sopra la media per il futbol argentino che ne ha fatto innamorare Ramon Diaz.

Lo ha lanciato lui nel River che ha risalito l’inferno della Segunda Division, Kranevitter ha passato una vita intera da Millonario, dalle giovanili fino al debutto. Con Ramon in panchina, uno che stravede per le qualità di questo centrocampista classe ’93, argentino con passaporto italiano. Forse era destino: Diaz, l’Italia, l’Inter nel suo passato e quei consigli continui ai club europei che su Krane hanno acceso i radar da tempo. A centrocampo è pura affidabilità, da quell’esordio ad oggi Matias è diventato un signor giocatore, totem nella mediana di Gallardo che ha vinto il campionato un anno fa. Kranevitter è un tipo tranquillo, buono a sapersi. Indizi? Adora il golf, colpa dello zio golfista e di quel campo a dieci minuti da casa che da ragazzino lo tentava troppo. Tanto che “tra calcio e golf non saprei scegliere”, sussurrava qualche anno fa col sorriso stampato. Quello che ha avuto quando ha chiamato l’Inter. Anche se il suo idolo è Fernando Redondo, rossonero sì ma modello totale nelle idee di Krane che apprezza anche la leadership di Mascherano. Adesso c’è l’Inter per Kranevitter, il centrocampista/golfista col mito di Redondo. Pronti? Lo manda Ramon…”

FONTEfcinter1908.it