Kovacic: “Non gioca la maglia numero 10, gioco io”

Viso d’angelo, sguardo deciso e poche parole, quelle giuste. Così Mateo Kovacic si è presentato in sala stampa nel giorno della sua presentazione. Il ragazzo dimostra astuzia anche nel porgersi ai giornalisti, dribblando di fatto alcune domande che sarebbero potute risultare scomode.

La posizione in campo: Spiegando le proprie caratteristiche tecniche e tattiche, l’ex Dinamo ha precisato subito che sarà l’allenatore a decidere come, dove e se impiegarlo, spiegando inoltre di sentirsi a proprio agio nella zona centrale del campo: “mi piace giocare al centro e credo di poter dare tanto tanto in quella posizione

La personalità di questo ragazzo spicca quando gli viene chiesto cosa prova nell’indossare la casacca numero 10 quella che in precedenza è appartenuta a campioni del calibro di Ronaldo e Sneijder: ” Sono onorato di questo, il numero però non conta, a giocare sarò io. Non il numero.”

Il ragazzo ha le idee chiare, confessa inoltre che sarebbe felice di avere un’Inter più croata in futuro: “mi piacerebbe molto che Halilovic o altri talenti venissero qui” dichiara Mateo.

Il debutto da titolare è vicino, domenica contro il Chievo potrebbe essere la prima di Kovacic dall’inizio. Noi di Bauscia.it ed il popolo interista tutto, saremo vicini a questo ragazzo. Forza Mateo