Kovacic azzera l’Inter: “Il Real è meglio, con Mancini nessun rapporto”

Mateo Kovacic, in Serie A, sembra non esserci mai transitato. Dalle parole del centrocampista la parentesi vissuta all’Inter non pare aver lasciato più di tanto il segno, ma anzi l’approdo al Real Madrid suona tanto come una liberazione.

Lo si evince da quanto dichiarato a ‘Sportske novosti’, dove ‘azzera’ i nerazzurri: “E’ stato un onore giocare nell’Inter, ma il Real è senza dubbio di un livello più alto. E in Italia gli allenamenti sono noiosi, alcune sedute si svolgono senza pallone… In Spagna le squadre sono tecnicamente migliori e questo per me è un bene perchè ho più spazi”.

L’impatto con la nuova realtà è stato entusiasmante, con tanto di curioso retroscena: “Modric mi presentò allo spogliatoio, tutti grandi giocatori ma allo stesso tempo persone semplici. Cristiano Ronaldo fu il primo ad avvicinarsi a me e iniziò a scherzare in italiano. E’ molto simpatico, gli piace giocare, inutile dire che è il miglior giocatore al mondo”.

Le ‘bordate’, Kovacic, le riserva soprattutto a Roberto Mancini: “Con lui non c’era rapporto, nè positivo nè negativo – ha confidato – Non sono sicuro che lui mi volesse in squadra… Non so cosa abbia pensato quando sono andato via, a me non ha detto nulla… Comunque sono stato felice di partire, perchè non so lì come sarebbe andata a finire”.