Karamoh in prestito e Joao Mario fuori rosa

Se si dovessero dare le percentuali che tanto piacevano a Galliani, il mercato in entrata dell’Inter è chiuso al 99%. Mai dire mai, comunque. Perchè se tra giovedì e venerdì dovesse arrivare una telefonata con il prefisso +34 in bella mostra non si perderebbe tempo a mettere in piedi e concretizzare la trattativa dei sogni. Ma meglio rimanere sulla realtà. Ovvero sulle cessioni. Joao Mario continua a rifiutare tutte le destinazioni che gli vengono proposte e l’Inter si è stufata minacciando di metterlo fuori rosa. E visto che Candreva non pare intenzionato a muoversi da Milano ecco che prende corpo l’uscita last minute di Karamoh.

Ricapitolando: per il sogno Luka Modric c’è ancora una flebile speranza. Il croato, come era lecito aspettarsi, ieri si è imbarcato sul volo per Tallin, non un bel segnale per l’Inter ma non un segnale di resa definitiva. Finché c’è vita (venerdì alle 20) l’Inter spera ed è per questo motivo che non verranno fatte altre operazioni in entrata, o Modric o nessuno.

Joao Mario continua a rifiutare tutte le offerte che giungono in corso Vittorio Emanuele. Dopo il mercato inglese, l’ultimo no del portoghese è dedicato al Besiktas. L’Inter non può aspettare all’infinito ed è per questo motivo che gli è stato già comunicato che il suo tempo in nerazzurro è finito. Anche se dovesse rimanere a Milano, per Joao Mario non ci sarebbe spazio né in campionato né in Champions. Semplicemente fuori rosa. Per quanto riguarda il sovraffollamento sulle fasce, Candreva ha detto di no al Monaco per questo motivo l’Inter starebbe pensando di cedere in prestito Karamoh. Il francese rischierebbe di giocare troppo poco. Parma, Leganes, Real Sociedad e Schalke si sono interessate al giocatore ma anche lui fa fatica a lasciare Appiano.