La Juventus tenta Guarin: nuovi contatti con l’agente! Ma l’Inter…

GuarinNel calciomercato di scontato non c’è nulla, in un nanosecondo tutto può cambiare, nessuna certezza, costantemente incertezza alla base. Il mancato scambio Guarin-Vucinic ha fatto scuola. Senza firme in mano non si può vantare alcuna sicurezza, questo quanto emerso dalla folkloristica vicenda andata in scena sull’asse Torino-Milano nell’ultima compravendita invernale, telenovela che però non ha allontanato definitivamente la Juventus dal 27enne centrocampista colombiano.

E se l’Inter, dal canto suo, ha definitivamente mollato la presa sul centravanti montenegrino, in uscita dalla Vecchia Signora, ma che difficilmente tingerà il suo futuro di nerazzurro, i bianconeri recentemente hanno provato nuovamente a sondare la pista che porta all’ex calciatore del Porto, profilo che piace da sempre al d.s. Fabio Paratici, e che riscuote consensi positivi anche in casa Conte.

Intendiamoci, Marotta e soci non hanno contattato i vertici meneghini per impostare nuovamente un affare che, senza tanti giri di parole, avrebbe del clamoroso, ma una chiacchierata con l’entourage del mediano sudamericano è stata fatta, colloquio per cercare di comprendere se esistano, o meno, margini di dialogo con la società di Erick Thohir.

Missione difficile. L’Inter, infatti, non vuole prendere in considerazione – almeno per il momento – l’opportunità di scambiare Guarin con qualche contropartita tecnica. Marco Fassone e Piero Ausilio, rispettivamente d.g. e d.s. della truppa lombarda, valuterebbero unicamente importanti proposte economiche, quantificabili tra i 18 e 20 milioni, cifre assolutamente lontane dai pensieri degli uomini di corso Galileo Ferraris, i quali sarebbero disposti a inserire nell’affare qualche pedina di scambio, vedi ad esempio Mauricio Isla (’88), Fabio Quagliarella (’83) o Sebastian Govinco (’87), quest’ultimo particolarmente apprezzato dai milanesi, ma che potrebbe rimanere a Torino per giocarsi le sue carte nel 4-3-3, modulo sul quale stanno lavorando i dirigenti campioni d’Italia.

Sotto il Duomo, dunque, non hanno nessuna intenzione di svendere un proprio patrimonio, chi vorrà mettere le mani sul colombiano dovrà presentarsi nella sede nerazzurra con argomenti seri in mano, proprio come ha fatto nelle scorse settimane il Wolfsburg, club disposto ad investire pesantemente su Guarin, piazza che però non entusiasma il diretto interessato; trattativa morta sul nascere.

La Juventus, alla ricerca di un centrocampista duttile che sappia sposare diverse situazioni di gioco, continua a monitorare molteplici situazioni. L’abolizione delle compartecipazioni ha bloccato il discorso riguardante Pereyra dell’Udinese, elemento valutato 15 milioni dai Pozzo, difficile che i piemontesi decidano di soddisfare le esigenze friulane versando una cifra così ingente senza inserire nel pacchetto qualche contropartita.

Senza fretta, quindi, Madama pondera come poter migliorare il proprio parco centrocampisti, blindando perentoriamente sia Arturo Vidal che Paul Pogba. Pereyra continua a piacere, per Guarin non sembrerebbero esserci margini di dialogo con l’Inter. Caos calmo. E non sono escluse sorprese…

Fonte: goal.com