Juventus-Milan: Proteste plateali della Juve e l’indifferenza di Tosel

Ieri sera si è svolto il quarto di finale di Coppa Italia  tra Juventus e Milan e alla domanda chi tifi? molti di noi avranno risposto “Spero perdano entrambe” come diceva il buon Peppino Prisco sempre così attuale. Ma, messe da parte le rivalità e gli sfottò di rito, bisognerebbe concentrarsi su un momento particolare del match.

Probabilmente alcuni di voi già hanno capito quale, ma per chi non ha visto il match, descrivo il momento: Mexes entra duro in tackle su Giovinco che rotola proprio davanti alla panchina della Juventus, con conseguenti proteste più che plateali da parte di Conte, che affronta faccia a faccia l’arbitro.
Si nota con quanta veemenza l’allenatore dei bianconeri si rivolge all’arbitro e poi al quarto uomo, peccato che la storia finisca là, senza alcuna conseguenza.
Poi ancora una volta, per un fallo sospetto in area di rigore, i giocatori della Juventus circondano letteralmente Mazzoleni, peccato che stavolta Pepe non c’è, per cui i bianconeri risultano meno convincenti.
Detto ciò vorrei ricordare che Stramaccioni venne allontanato dal campo per proteste, Guarin squalificato per atto intimidatorio e Ranocchia per frasi ingiuriose.
Ora capisco che la Tim Cup sia considerato un torneo meno prestigioso del Campionato, ma il buon Tosel, e tutti gli arbitri presenti ieri allo stadio, chi o cosa stavano guardando?