Jovetic, Perisic e Juan Jesus parlano nel post partita

JOVETIC: “UNA PARTITA COSI’ CI DA’ FIDUCIA”
La miglior partita di Jovetic con l’Inter. Lo ha detto Roberto Mancini e lo pensa lo stesso montenegrino, intervistato da Inter Channel: “E’ stata una bella partita, nel primo tempo abbiamo giocato molto bene. Io rientravo da un infortunio, molti dalla Nazionale e non era facile. La Juventus è una squadra forte, mi hanno anche un po’ picchiato (ride, ndr) ma ormai sono abituato. Questa è stata la mia miglior partita all’Inter, mi mancava solo il gol. Peccato per quel tiro al volo. Oggi potevamo vincere, queste partite ci danno fiducia. Siamo secondi in classifica, ora bisogna tornare a vincere, tre partite sono troppe. Ora sto bene, devo solo migliorare”.

PERISIC: “C’ERA IL RIGORE DI BONUCCI”
Primo faccia a faccio con la Juve per Ivan Perisic: un pareggio con un grande rammarico, il tocco di mano di Bonucci che per il croato era da rigore: “Se l’arbitro ha giudicato involontario il tocco va bene, ma secondo me il rigore c’era. Nel primo tempo siamo stati noi migliori di loro, mentre nel secondo tempo hanno giocato meglio loro. Era una partita difficile. La mia condizione? Sto bene. Il ruolo? Io preferisco giocare sull’esterno, meglio sull’out sinistro. Ma non decido io, rispetto le decisioni del mister e mi adeguo. San Siro è stato emozionante, difficilmente mi scorderò l’atmosfera del prepartita”.

JUAN JESUS: “MERITAVAMO PIU’ NOI”
“Abbiamo fatto una grande gara, ottimo il primo tempo. Meritavamo più noi la vittoria”. Così Juan Jesus ai microfoni di Premium Sport dopo Inter-Juve. “Cuadrado? E’ molto forte, sono riuscito ad accorciare gli spazi e sono felice. Abbiamo fatto il nostro meglio, purtroppo è arrivato solo il pareggio. Resta il rammarico per la partita con la Fiorentina”, ha concluso.