Jovetic e il rischio Shaqiri. L’ex City proverà a riprendersi l’Inter

Ottanta minuti di campo da Inter-Carpi in poi, da quasi due mesi. Stevan Jovetic ha saltato l’ultima partita con il Palermo per uno stiramento al polpaccio, ma la sua avventura in nerazzurro sta prendendo la piega della più classica puntata di “Chi l’ha visto”. Dopo i risvegli degli altri slavi (Ljajic, Brozovic e Perisic), all’appello manca solo lui. Il montenegrino ieri si è allenato a parte e dovrebbe ritrovare il gruppo venerdì, per cui difficilmente sarà della sfida sabato contro il Bologna.

Arrivato in estate con grandi proclami, Jovetic è il giocatore dell’attacco interista che ora è più ai margini: un po’ per gli infortuni, un po’ per scelte tecniche e un po’ per i dissapori di fine dicembre. Solo 5 reti il suo bottino, ora Jovetic dovrà cercare di riconquistarsi l’Inter. Il suo contratto prevede il riscatto del prestito alla prima presenza del 2016/17, ma dietro l’angolo c’è sempre il rischio di uno Shaqiri-bis: riscattato dall’Inter e poi venduto allo Stoke City. Jovetic è arrivato, infatti, a Milano con questa formula: 2,5 milioni al City per il prestito e obbligo di riscatto a 14,5 alla prima presenza della prossima stagione. In attesa di capire il futuro, l’attaccante ex City dovrà cercare di convincere per meritarsi la permanenza nell’Inter. Molto del suo destino dipenderà anche dal futuro di Roberto Mancini.

FONTEfcinter1908.it