L’obiettivo per chiudere il mercato è quello di reperire un vice-De Vrij. Stop. Per il resto, Simone Inzaghi si aspetta che la rosa resti questa. Anzi, la sua è proprio una richiesta specifica alla società: “Non toccatemi nulla”. In particolare, secondo la Gazzetta dello Sport, l’allenatore piacentino avrebbe chiesto esplicitamente di blindare Milan Skriniar e Denzel Dumfries, i due nomi sui quali ci sono più voci di mercato. “Inzaghi aveva dato il benestare all’operazione Bremer da tempo, non è un mistero. Ma ora che il brasiliano è sfumato, non accetterebbe più la partenza di Skriniar – si legge -. Lo slovacco è una certezza, sia in termini di rendimento sia in termini di comportamento. Il tecnico e lo slovacco hanno avuto anche modo di confrontarsi, in questi giorni. E l’allenatore ha avuto un’ulteriore conferma – se mai ce ne fosse stato bisogno – del fatto che la testa del difensore non si è fatta minimamente influenzare dall’affare col Psg, di cui si parla ormai da oltre un mese”.

Muro Inzaghi. Skriniar lo ritiene fondamentale e quindi va trattenuto. Stesso discorso per Dumfries. Sugli esterni, il tecnico nerazzurro ha già dovuto salutare Perisic e ripartire completamente da zero in due ruoli chiave non sarebbe affatto una buona premessa per la nuova stagione. “Dunque, chiudete la porta anche per l’olandese, un calciatore del quale il tecnico va particolarmente orgoglioso per il processo di crescita lungo la scorsa stagione, fino a diventare un giocatore fondamentale nella sua prima Inter”, spiega la Gazzetta.

E il club cosa dice? La proprietà ha delle esigenze, ma non si faranno sconti: 70 milioni per Skriniar e 50 per Dumfries. Già pronto il piano-B, ossia rimandare il sacrificio alla fine del campionato, sempre entro giugno 2023, quindi non nel prossimo gennaio.

FONTEfcinternews.it