L’Inter sta chiudendo per il prestito di Malang Sarr, difensore centrale del Chelsea. Un’operazione che potrebbe consentire a Simone Inzaghi di avere una scelta in più nel reparto arretrato, visto che nelle ultime gare, per l’infortunio di De Vrij, si è ritrovato con Andrea Ranocchia come unica alternativa, più alcune soluzioni “adattate”. Un ulteriore segnale di ripresa dopo la “dieta” della scorsa estate.

Vedi anche Inter, macchina da gol e maturità: si chiude una settimana perfetta inter Inter, macchina da gol e maturità: si chiude una settimana perfetta
Un blitz in piena regola, quello che Malang Sarr ha messo in atto nella giornata di domenica. Non convocato da Thomas Tuchel per la partita contro il Manchester United, il difensore francese ha trascorso la serata a Milano e sta trattando il suo passaggio all’Inter a gennaio, in prestito con diritto di riscatto, cifra ancora da fissare, che si dovrebbe aggirare però intorno ai 15 milioni di euro. È stato Romelu Lukaku a consigliare questa nuova avventura (ancora da definire nei dettagli ovviamente) dall’alto della sua esperienza e attraverso la grande amicizia che si è creata tra i due. Particolare in più; il difensore del Chelsea fa parte della scuderia di Federico Pastorello, che negli ultimi tre anni ha stretto rapporti molto intensi con la dirigenza nerazzurra. Nato a Nizza il 23 gennaio del 1999, Malang Mamadou William Sarr è cresciuto nelle giovanili del Nizza e nell’estate del 2020 è passato in scadenza di contratto al Chelsea.

Pochi mesi dopo è stato girato in prestito al Porto dove ha giocato nella passata stagione. Rientrato l’estate scorsa al Chelsea, non è riuscito a convincere Tuchel, che l’ha utilizzato in una sola partita di Premier League (90 minuti in Brentford-Chelsea dello scorso 16 ottobre) e in un paio di occasioni in EFL Cup. Ecco quindi la scelta di cambiare maglia e anche campionato. L’arrivo di Sarr potrebbe consentire a Simone Inzaghi di avere una scelta in più nel reparto arretrato, dove alle spalle del trio titolare Skriniar-De Vrij-Bastoni gli resta come alternativa di ruolo solo Ranocchia, salvo gli adattamenti di Dimarco (che però ha dimostrato di essere molto utile anche in fascia) e di D’Ambrosio. Il segnale è molto positivo anche dal punto di vista della proprietà, che in questo modo fa sapere di voler rinforzare ancora la squadra per tentare la scalata allo scudetto-bis.

FONTEsportmediaset.mediaset.it