L’Inter stenta, ma Thohir pensa in grande: marchio nerazzurro in Asia

ThohirPortare il marchio Inter ai quattro angoli dell’Asia. E’ la missione di Erick Thohir, ieri a Milano per presiedere il consiglio di amministrazione del club nerazzurro. Dal campo arrivano pochi segnali positivi, allora ecco che l’indonesiano si getta anima e corpo in quello che è il suo habitat naturale, ovvero il marketing e la comunicazione in genere.

Il progetto di internazionalizzazione e sviluppo del marchio nerazzurro, come testimoniato dalle ultime iniziative di Thohir, sta andando avanti in maniera spedita. Nei mesi scorsi, come ricordato dalla ‘Gazzetta dello Sport‘, il patron ha siglato un accordo con la tv in chiaro ‘Indosair’ per la trasmissione delle gare dell’Inter in Indonesia: importante a livello di entrate ma anche di pubblicità.

A breve, inoltre, dovrebbe arrivare l’annuncio di una nuova partnership commerciale, mentre l’agenzia di Giakarta ‘Asean Sport Venture’ sta battendo tutto il Sudest asiatico alla ricerca di aziende interessate a ‘portare’ il marchio Inter. Thohir, insomma, lavora senza sosta per l’Inter che verrà, sotto tutti i punti di vista.

Ovviamente il magnate, che tornerà a Milano giovedì prossimo, non perde di vista le questioni di campo. “Non so se ridere o piangere“, aveva dichiarato al suo arrivo in riferimento agli arbitri, verso i quali l’Inter si sente fortemente in credito, soprattutto sul versante rigori. Il futuro nerazzurro, salvo colpi di scena legati alla mancata qualificazione all’Europa League, dovrebbe essere ancora con Walter Mazzarri.

Quello di ieri con Mazzarri è stato un incontro positivo per programmare la prossima stagione – ha dichiarato Thohir – Abbiamo parlato di ritiro estivo, amichevoli, strategie. Rinnovo? Al momento è più importante capire cosa fare con i giocatori in scadenza. E se alcuni di loro faranno bene, dovremo tenerne conto“.

Fonte: goal.com