La nostra Inter spensierata e bella

Eccola l’Inter, sempre lei.
Un’Inter euforica, rabbiosa, assatanata, grintosa, compatta, unita, forte, speranzosa e soprattutto vincente.
Un’Inter stupenda, una squadra che sa farti sorridere il giorno dopo in mezzo alla strada senza un perchè, che sa farti piangere di dispiacere e di gioia, che riesce a farti esternare emozioni che spesso tieni dentro.

Gli animi erano calmi, sì fino a pochi minuti prima del fischio di inizio, finchè non c’è stata una dichiarazione sconveniente e poco simpatica di Marotta: “Stramaccioni ha una grande spensieratezza tattica…”, quasi a voler minimizzare il lavoro dell’allenatore nerazzurro, quasi a sottovalutare e sbeffeggiare le scelte dell’avversario. Dichiarazioni in cui poco si rispecchia il Mister, viste anche gli elogi del Presidente che l’ha considerato “un gran lavoratore”.
Ma lasciamo perdere, arriviamo alla partita: 18 secondi e mi si è gelato il sangue, assurdo, impensabile eppure eravamo gia’ sotto di un gol, ma c’è un MA, quel gol era in fuorigioco nettissimo… ma che strano?!
I primi quarantacinque minuti sono stati di pura sofferenza, eppure aspettavo con ansia il fischio dell’arbitro, ero convinta che la “ramanzina” di Strama all’intervallo avrebbe risolto la serata… Et voilà!Rientra in campo un’Inter diversa, che riesce a disorientare l’avversario e colpirlo per ben tre volte. Ci siamo riusciti, l’impresa è nostra!
“Scrivetelo pure su Wikipedia! L’Inter è la prima squadra a vincere allo Juventus Stadium!” urlava Scarpini.
Sì, è stata proprio l’Inter, la nostra squadra. L’Inter che per una serata è stata supportata da mezza Italia, stufa dei favori arbitrali per i bianconeri, stufa del calcio malato e delle figuracce in Europa.

Giustizia è stata fatta, e ci ha pensato l’Inter.
L’Inter che per una sera è stata elogiata da tutte le tifoserie d’Italia, che ha zittito i bianconeri e per fortuna che con la sua vittoria ha evitato una bufera sui fischietti.

Il 3 Novembre 2012 sarà aggiunto nella lista delle date memorabili per i nerazzurri e non, la Juventus non è più imbattibile, lo Juventus Stadium è stato espugnato, e l’Inter è lì, a meno uno!
Ah Marotta… alla faccia della spensieratezza!