Inter- Spal 2-0: Icardi e Perisic siglano la terza vittoria consecutiva dei nerazzurri

Dopo la sosta a causa delle Nazionali, l’Inter torna in campo a San Siro per affrontare la Spal.

I nerazzurri avevano cominciato il loro percorso in campionato ottenendo due importanti vittorie, contro la Fiorentina e contro la Roma, è grande dunque  l’attesa per vedere come continuerà il proprio percorso in serie A l’Inter di Spalletti.

Le premesse per fare una buona stagione ci sono tutte, lo stesso tecnico nerazzurro ieri in conferenza stampa ha fatto capire che una squadra come l’Inter non può e non deve mai accontentarsi, che le partite vanno giocate per essere vinte e non per portare a casa il singolo punto, asserendo inoltre che gli impegni delle Nazionali non devono costituire un valido alibi per non far bene in campionato.

Con queste premesse inizia dunque Inter-Spal, davanti a più di 50.000 tifosi.

Il match comincia subito con pressing alto da parte dell’Inter, tanto che dopo soli 5’, arriva la prima occasione da gol con un siluro di Gagliardini, la palla però termina fuori di pochissimo.

Gioca bene l’Inter, concedendo poco e nulla agli avversari.

Al 22’ il gioco viene fermato per calcio di rigore in favore dell’Inter. Seguono circa 3’di attesa, in cui  si aspetta che l’arbitro consulti la Var e comunichi la decisione finale. Una volta accertata la validità del rigore, si posiziona sul dischetto Mauro Icardi, il quale non sbaglia e segna il gol dell’1-0 per l’Inter.

La Spal non si dà comunque per vinta continuando ad insidiare l’Inter fino all’ultimo secondo del primo tempo.

Con il vantaggio nerazzurro si chiude il primo tempo del match e le squadre dopo 2’ di recupero si recano negli spogliatoi.

Così come il primo tempo, anche il secondo si apre con il pressing alto da parte dei nerazzurri.

La Spal è determinata a pareggiare la partita e a non soffrire passivamente, così inizia subito a creare qualche difficoltà all’Inter.

Più si susseguono i minuiti, più la partita si accende, proseguendo negli ultimi quindici anche a ritmi molto alti.

Al 29’ del secondo tempo  grande occasione di Skriniar, il quale calcia da 30 metri colpendo la traversa.

Dopo una leggera sofferenza nei minuti finali, ci pensa Ivan Perisic a chiudere la partita.

A sette minuti dalla fine, festeggia il suo rinnovo con il gol del 2-0, allietando un finale che iniziava a diventare un po’ sofferente ed ostico.

Termina dunque 2-0 il match, contro una Spal che merita comunque, al di là del risultato, complimenti per aver insediato l’Inter ed avergli messo anche un po’ di paura alla fine.

Sicuramente è ancora troppo presto per tirare somme, troppo presto per  lasciar spazio a qualsiasi tipo di esaltazione, conosciamo troppo bene quanto “pazza” possa essere la nostra Inter.

Possiamo però, essere indubbiamente contenti e ritenerci soddisfatti  dalla squadra vista oggi, propositiva, dotata di forte personalità e che porta a casa il punteggio pieno.

La mano e l’influenza di Spalletti si vedono, sono tangibili in campo e l’Inter ha a sua disposizione tutto il tempo per migliorare grazie alla guida del mister.

Il campionato è appena iniziato, l’Inter dovrà sbagliare il meno possibile per tornare ad occupare le posizioni che le competono, obiettivo d’ora in poi: continuità.