L’Inter sfida l’Atletico Madrid per Sanchez, il “nuovo Lamela” del River Plate

SanchezMissione d’Argentina. I radar dell’Inter sono sempre puntati in Sudamerica, dove gli osservatori restano vigili sui talenti migliori. Tanto che è già in programma un nuovo blitz, Argentina, Buenos Aires, casa River Plate. Dove gioca – nelle giovanili, ma spesso allenandosi con la prima squadra – un prospetto di prima qualità. Si chiama Matias Sanchez, classe 1996, centrocampista. Chi lo ha visto giocare garantisce per lui. Per tutti al Chacarita, club in cui è cresciuto, era semplicemente la joya. E anche il mondo Millonario del River ha imparato ad innamorarsene poco meno di un anno fa, quando il presidente Rodolfo d’Onofrio ha chiuso il suo acquisto.

Proprio nel Chacarita, Sanchez ha debuttato a 16 anni. Un record che ha puntato i riflettori su questo ragazzo, adesso perno nelle giovanili del River e pronto per essere lanciato nei prossimi mesi. Una sorta di Lamela più tecnico e meno rapido, nuovo gioiello dei Millonarios che l’Inter ha notato per qualità e colpi anche con la Seleccion Argentina Under 20, di cui è il faro assoluto.

Report sempre positivi, ottime sensazioni in ogni sua prestazione, apprezzamenti per questo ragazzo che l’Inter ha deciso di seguire ancor più da vicino. Non un’operazione per l’immediato, chiaro. Ma da controllare per farsi trovare in pole position appena verrà lanciato Sanchez nel River ‘dei grandi’. Perché la sua situazione contrattuale – tra parte del cartellino ancora in percentuale al Chacarita e la gestione degli agenti – è intricata, può favorire l’inserimento di società europee che tengono sotto controllo questo gioiellino. Tra cui le solite, in particolare l’Atlético Madrid del Cholo Simeone sempre vigile sui migliori prospetti.

Ma l’Inter c’è, eccome. E tra Under 20 argentina e giovanili del River seguirà da vicino Matias Sanchez, tenendosi in contatto con gli agenti e aspettando di capire se possa essere davvero un giocatore ‘da Inter’ in prospettiva futura. Senza ancora certezze, ad oggi il livello non è ancora quello. Ma c’è la convinzione di seguire anche questo talento da vicino. Tempo al tempo, l’Inter vola in Argentina. E chissà che non spuntino altri nuovi gioielli…

Fonte: goal.com