“Relax, take it easy” Canta l’Inter seconda in classifica

Due giorni di meritato riposo per i nerazzurri dopo la trasferta di Bergamo; questa volta non possiamo dire strameritato, ma solamente per il risultato, non per l’impegno.
Una partita sfiancante quella di domenica contro l’Atalanta; una squadra in forza e aggressiva, che sapevamo poter mettere in difficoltà i ragazzi di Stramaccioni, ma che non immaginavamo così dura.
Cosa é andato storto? Sicuramente hanno pesato le assenze di Ranocchia e Samuel che hanno sconvolto gli equilibri. Ma non solo; il cambiamento di modulo, la difficoltà in difesa con Silvestre che ancora non convince e Juan Jesus che orfano di Samuel sembra perdere il faro che lo illumina.
Un grande capitano, un buon Nagatomo, un eccellente Guarin (a fianco di Gargano e Cambiasso) che ottiene due punizioni dal limite. Grande forza e fisicità, ancora non delude.
Davanti i tre attaccanti, Milito, Palacio e Cassano sono meno in forma del solito. El Trenza si fa peró perdonare a fine partita con un gol “inutile”. Handanovic il solito talento che però non può fare miracoli soprattutto quando gli errori
arbitrali pesano così tanto; sventato il pericolo torti contro la Juventus con tanta capacità e gioco che hanno sopperito agli errori contro, non si é riusciti a fare lo stesso con quel rigore che Damato ha generosamente regalato agli avversari e che ha pesato sulla partita (fuorigioco e simulazione di Maxi Moralez = rigore). Come sempre da un po’di tempo mi trovo in linea con le parole di Strama: “Senza il terzo gol, avremmo pareggiato”: a buon intenditor poche parole.
Chiamatemi ottimista, ma non la vedo così male; errori che si potevano evitare -quelli della squadra- intendo, ma una serie positiva non può durare all’infinito; in fondo anche la Juventus capolista é stata battuta il 3 novembre (chissà poi da quale squadra).
Godiamoci questi due giorni e poi sotto con il lavoro; il diciotto contro il Cagliari abbiamo la possibilità di iniziare un nuovo filotto di partite positive. La classifica é oggettiva: siamo secondi!

Stefania Cattaneo