Inter-Sanchez: il Manchester United paga metà ingaggio

Alexis Sanchez-Inter, possibile una nuova chance per un matrimonio che poteva concludersi già in due occasioni (prima del passaggio del cileno dall’Udinese al Barcellona e prima del trasferimento Barça-Manchester United). L’agente del giocatore è stato a Milano una decina di giorni fa, ci sarebbe stato anche un contatto con la dirigenza nerazzurra che però ha declinato gentilmente valutando troppo alto lo stipendio del giocatore.

Ma i media inglesi, Mirror su tutti, sono convinti che i Red Devils vogliano a tutti i costi scaricare Sanchez, 30 anni, due lunghi infortuni a ginocchio e coscia che hanno portato a una stagione da 27 presenze totali (ma solo 1240′ complessivi). Ecco perché sarebbero disposti a cederlo all’Inter in prestito con diritto di riscatto pagando metà dello stipendio del giocatore: 500.000 sterline a settimana, circa 28 milioni di euro lordi all’anno.

In questo modo per i nerazzurri l’affare sarebbe più appetibile anche se, nonostante il prestito oneroso a cifre eventualmente basse e il risparmio sul 50% dell’ingaggio, dovrebbero comunque pagare 14 milioni di euro totali per l’annata del cileno. In pratica, la richiesta al lordo per il rinnovo di Icardi, che non è ancora arrivato. Sanchez diventerebbe il giocatore più pagato della rosa: cifre al momento incompatibili con il piano di Suning.