Inter-Sampdoria (3-2) | Pagelle Bauscia

  • 5,5HandanovicBatmanovicSi fa sorprendere dal tocco di Ranocchia nel primo gol ed infilare da Eder nel secondo.TRAFITTO
  • 6,5ZanettiEl TraktorCorre come un ragazzino per tutta la fascia sotto la pioggia.DURACEL
  • 6RanocchiaRanaDopo tante partite perfette commette un errore regalando il gol a Munari. Ma non si scompone. Infatti rimane l’unica macchia della partita.FREDDO
  • 6SamuelThe WallStesso discorso fatto con Ranocchia. Sul gol di Munari le colpe sono da condividere con il suo compagno di reparto. Poi fino al 93′ gli attaccanti della Samp sono nulli.SENTINELLA
  • 5,5PereiraPalitoIl ruolo di terzino sinistro ,non esattamente il suo ruolo, ne frena la sua prestazione.TIMOROSO
  • 5MundigaySpaccalegnaDopo la buona prestazione di Bologna fa cilecca. Goffo e falloso per tutto il primo tempo giustamente viene sostituito.INDISCIPLINATO
  • 6,5GuarinGiaguaroSi rivede il Freddy dei bei tempi. Meno egoista e propenso al sacrificio per il bene della squadra. Il gol trovato per lui una soddisfazione/liberazione.RISOLUTO
  • 6GarganoEl MotaTanto lavoro oscuro a centrocampo. Non darà nell’occhio ma il suo apporto si fa sentire.PRATICO
  • 7MilitoEl PrincipeIl primo tempo non lo si vede mai, nel secondo si riscatta guadagnandosi furbescamente un rigore, trasformandolo, ed andando vicino alla doppietta colpendo il palo dopo aver mandato al bar De Silvestri con la sua classica “sterzata”.LETALE
  • 7CassanoFantAntonioNon va in gol ma regala due assist al bacio prima a Palacio e sul finire a Guarin.ACUTO
  • 7PalacioEl TrenzaLa sua intesa con Milito e Cassano si consolida ogni partita. Oltre al gol pesante, tanta corsa e movimenti incisivi per la manovra.INSERITO
  • 6,5CambiassoCuchuCon il suo ingresso il centrocampo ne trae beneficio. E’ il più in forma dei centrocampisti neroazzurri.CONNESSO
  • 6,5NagatomoBomba NagatomicaE’ più terzino di Pereira ed infatti il suo ingresso da maggior linfa alla fascia sinistra.FRIZZANTE
  • 6StramaccioniStramaLa sfida di Sabato e la squalifica di Juan condizionano alcune sue scelte. L’ingresso di Cambiasso e l’intervento maldestro di Costa gli tolgono parecchie castagne dal fuoco. Vittoria che da morale per arrivare alla sfida con la Juve senza rimpianti.PRONTO