Inter-Sampdoria 1-0: Icardi su rigore. Nerazzurri a meno uno dal terzo posto!

Inter-Sassuolo 7-0 icardiInizia alle 20.48 il match tra Inter e Sampdoria e Mazzarri fa scendere in campo Handanovic, Ranocchia, Vidic, Juan Jesus, Obi, Hernanes, Medel, Kovacic, Dodò, Palacio e Icardi.

L’Inter parte benissimo e già al 3′ arriva una prima importante occasione, grande palla di Kovavic per Palacio che è solo contro il portiere, ma l’argentino preferisce servire Icardi piuttosto che calciare a rete. Un’altra grande occasione arriva al 12′, Hernanes serve Palacio che tira di prima intenzione, ma Romero gli dice di no. Davvero brillanti i primi minuti di gioco di Mateo Kovacic, più in forma che mai. La prima ammonizione del match arriva al 21′ per Gastaldello, che stende Icardi, la seconda va invece a Kovacic che due minuti più tardi, commette fallo su Mesbah. Al 29′ significativa azione di Eder che mette al centro un pallone insidioso, ma un attentissimo Juan Jesus lo mette fuori. L’Inter intanto insiste e al 39′ ci prova ancora Icardi, ma Romero si oppone.

Il primo tempo si chiude con un minuto di recupero e un’occasione clamorosa per la Sampdoria, Duncan tira a colpo sicuro, ma colpisce la traversa, le squadre tornano così negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

Il secondo tempo inizia senza alcun cambio da parte dei due allenatori Al 48′ arriva un’ammonizione per Palombo a causa di un fallo commesso su Icardi. Un minuto dopo, una grande occasione per i nerazzurri di sbloccare la partita, Palacio ha un’altra chance di segnare, ma anche questa volta la palla non va. Al 52′ avviene la prima sostituzione per l’Inter, esce Hernanes ed entra Kuzmanovic. Nell’avvio di ripresa del secondo tempo, l’Inter è meno propositiva rispetto al primo e commette più errori, la Sampdoria invece si mostra più spumeggiante. Al 69′ ci prova anche Kovacic da buona posizione, tira, forse con troppa fretta, e la palla non va. Al 71′ sostituzione per la Sampdoria, esce Duncan ed entra Soriano. Al 76′ altro cambio per l’Inter, esce Obi ed entra Mbaye. Al 79′ si presenta un’altra occasione per la Palacio che da ottima punizione calcia a lato, divorandosi ancora un gol. Al minuto 80 viene ammonito Medel per trattenuta su Obiang. Si dimostra fondamentale Samir Handanovic al minuto 86, compiendo una super parata su una palla battuta da Eder a colpo sicuro. La svolta della partita arriva infine al minuto 89, Kuzmanovic viene steso in area di rigore e ai nerazzurri viene assegnato il penalty. Dal dischetto va a battere Mauro Icardi, che anche in questa occasione si mostra gelido e non sbaglia, regalando la vittoria alla squadra.