Inter, questa è una minaccia. L’agente di Emre Mor: «Sto per dire la verità»

Un attacco, un nuovo attacco per essere precisi, che preannuncia una vera e propria guerra. È quella di Muzzi Ozcan, procuratore del giovane esterno Emre Mor, nei confronti di una squadra in particolare. Quale, l’agente turco non lo dice, ma pare chiaro: si tratta dell’Inter. Questa è una nuova puntata della soap che si trascina da questa estate, sfociata con le parole di Ozcan qualche settimana fa. In estate Emre Mor pareva davvero a un passo al passaggio dal Borussia Dortmund, suo ex club, ai nerazzurri: pareva tutto fatto, mancavano solo le visite mediche, poi però qualcosa tra il procuratore del giocatore e Walter Sabatini, direttore tecnico di Suning e supervisore del mercato nerazzurro, deve essere evidentemente successo. Cosa? A saperlo…

Di certo presto però la verità verrà fuori, come annunciato via Twitter stanotte da Ozcan stesso con un messaggio lapidario: «Ben presto i media italiani sapranno la verità e i club impereranno la lezione: non si deve mai giocare con le vite dei calciatori». Così il procuratore di Emre Mor, giocatore che nel frattempo è finito al Celta Vigo, in Spagna, minaccia di parlare, finalmente. A chi si riferisce? L’Inter è senza dubbio l’indiziata numero uno. All’orizzonte si annunciano fulmini e saette. Potevamo farne a meno? A sapere pure questo…