Tutti i numeri di Inter-Pescara

Bentornati nella rubrica “Numeri” di Jacopo Marzella.

Sono solo 6 i precedenti tra Inter e Pescara al Meazza (4 vittorie, un pareggio e una sconfitta), 7 i gol  fatti e 3 i subiti. Il primo incontro risale al 1976 in Coppa Italia deciso da una rete di Libera, mentre dall’ultima gara è ormai trascorso  un ventennio, correvano infatti gli anni 1992-1993, ed il match fu risolto da una doppietta di Ruben Sosa, che rimarrà fino ad oggi  l’unico calciatore interista ad aver siglato una doppietta contro gli abruzzesi.

Ripartire. Questa è la parola chiave. Con la sconfitta di Udine si è chiuso il girone d’andata. I 35 punti raccolti non rispecchiano quello che abbiamo dato, ora è inutile piangersi addosso, come dice il mister: bisogna trasformare la rabbia sul campo.
Ritroviamo il Pescara, squadra contro cui è ricominciato il nuovo pregetto Inter, targato Andrea Stramaccioni.

Per quanto riguarda gli abruzzesi, il cambiamento della franchigia è stato radicale: con Stroppa navigava nelle acque tempestose degli ultimi 3 posti in classifica mentre ora con Bergodi si ritrova a +4 dalla zona retrocessione. Questo indica che non sarà una passeggiata di salute,  loro giocheranno una gara all’insegna delle ripartenze cercando di sfruttare la velocità di Celik e Weiss, gli inserimenti di Bjarnason e la vena realizzativa di Jonathas. Tra l altro si deve considerare che la vittoria al franchi ha rigenerato i ragazzi di Bergodi donandogli maggliore convinzione nei propri mezzi. Detto ciò noi siamo l’Inter, ed nonostante lo scarso bottino di 1 punto nelle ultime 3 partite e la folta  lista di infortunati, si deve vincere a tutti i costi, magari puntando proprio su quella rabbia a cui faceva riferimento Stramaccioni nella conferenza pre-gara. Ragazzi partiamo cn il piede giusto in questo girone di ritorno che deve dirci molte cose e da cui tutti noi ci aspettiamo molto. Avanti Inter.  (Jacopo Marzella)