Inter-Partizan, pericolo ultrà serbi a San Siro

Un problema in più per la partita di Europa League tra Inter e Partizan (giovedì ore 19 a San Siro) sarà arginare l’ondata di tifosi serbi in arrivo a Milano. A Belgrado sono stati venduti già la bellezza di 3300 biglietti e le forze dell’ordine sono in allerta.
Pietro Ostuni, capo di gabinetto della questura di Milano, avvisa: “Sappiamo che si tratta di una gara ad altissimo rischio. L’attenzione della questura e degli altri colleghi delle forze dell’ordine è già al massimo livello. Anche Roma ci darà il giusto sostegno. Sappiamo che a Belgrado sono stati venduti circa 3.300 biglietti. Tutti biglietti nominali. Abbiamo stretto contatti con la polizia serba e anche i loro poliziotti esperti di tifoseria hanno già fatto diverse riunioni ad hoc su questa partita. Pensiamo che, con i residenti a Milano, alla fine i tifosi del Partizan allo stadio saranno circa 4.000. Monitoreremo e controlleremo le zone della città a rischio incidenti già dai giorni precedenti la partita e, sicuramente, organizzeremo appositi servizi di prevenzione. Non tollereremo episodi di violenza anche se è importante non generalizzare. Gran parte dei serbi in arrivo sono normali tifosi”.
A ciò si deve aggiungere una famosa amicizia tra la curva del Milan e una parte degli ultrà bianconeri circa 300 che potrebbero arrivare per alimentare scontri con i loro stessi ‘compagni di curva’. L’anno scorso un gruppo di milanisti della Curva Sud si recò a Belgrado per stringere un gemellaggio con questa parte di tifosi ma furono picchiati selvaggiamente dalla fazione opposta.

Fonte: Virgilio