Strama Rules

Stefania Cattaneo

Stefania CattaneoGiornalista, conduttrice televisiva per InterTV e Rock It Up, modella e tifosa Interista.


Work-in-progress mi verrebbe da dire guardando l’Inter di oggi. Tanti infatti gli arrivi di cui possiamo godere dopo il mercato estivo, tante le cessioni di cui dobbiamo imparare a fare a meno.

“In partita possono cambiare l’interpretazione, la posizione del giocatore, ma non l’idea di gioco” queste le parole di Mister Stramaccioni che ben riassume ciò che io vi ho sintetizzato con un più generico “lavori in corso”: il pensiero cioè che alla base di questa Inter così ben rinnovata non ci sia una lista di “intoccabili”, né tantomeno uno schema fisso ed imprescindibile, ma soltanto un’idea di gioco che la fa da padrona.

E, personalmente, è proprio quello che più mi piace di Strama; non c’è un idea ottusa e immodificabile, come (per citare un esempio a caso) un’ostinata difesa a tre di gasperiniana memoria, ma c’è alla base di tutto la versatilità. Quindi guardare ai propri giocatori disponibili, a volte accettare il fatto che possano
esserci malaugurati intoppi da infermeria, osservare l’avversario che si ha di fronte per capire quale giocatore meglio lo potrà contrastare e poi schierarlo. Questo piede di partenza che per me è valido, non sta a significare che non ci sia un modulo che meglio si adatti alla squadra o non ci sia da trovare un equilibrio stabile e, possibilmente, vincente. Ad esempio, solo l’addentrarsi della stagione ci potrà confermare se quella coppia così bella che hanno formato in difesa Ranocchia e Juan Jesus sarà davvero l’arma del futuro oppure quale altra valida alternativa scopriremo sul campo.

Stiamo gettando le basi su cui costruire il nostro percorso, sperando che possa essere vincente. Gli obiettivi sono molteplici e non trascurerei il tassello Europa League. Il giovedì come giorno prescelto non è il massimo, quindi dipenderà dal campionato e dagli impegni lo spirito e la grinta con cui ci potremo dedicare ad essa. Ma sono sicura che la squadra e la società daranno il massimo, per la gloria del nome che porta e per ringraziare quei tifosi che hanno creduto in Lei sottoscrivendo trentatré mila abbonamenti. E non è poco.

Forza Inter, sempre!

Stefania Cattaneo