L’Inter molla Imbula e gira i soldi residui su Salah: Thohir chiama Abramovich

Arrivata in serata l’ufficialità di Kondogbia, che si sottoporrà alle visite mediche proprio oggi, l’Inter non è intenzionata a fermarsi e continua ad operare sulmercato. L’obiettivo di Thohir è chiaro e si farà di tutto per costruire una squadra che possa ambire almeno alla Champions League, sempre nei limiti dettati dal Fair Play Finanziario.

Come detto, dopo essersi assicurata il centrocampista del Monaco, l’obiettivo principale dell’Inter adesso è quello di rinforzare l’attacco. Il reparto è il meno folto di tutta la rosa e comprende i soli Mauro Icardi e Rodrigo Palacio, oltre al giovane Puscas. I due argentini, anche se hanno evidenziato un notevole affiatamento di coppia, non possono reggere tutta la stagione senza un ulteriore aiuto.

E questo aiuto potrebbe venire direttamente dall’Egitto. Secondo l’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport’, il vero desiderio di Roberto Mancini è Mohamed Salah. Il calciatore, attualmente in forza alla Fiorentina, vive una situazione delicata, con un futuro totalmente incerto. Dopo soli sei mesi a Firenze, infatti, mezza Europa ha messo gli occhi su di lui. In Italia è forte il pressing delle due milanesi, con un altro possibile derby di mercato in vista.

La Fiorentina ha esercitato l’opzione di prolungamento del prestito per il prossimo anno, ma una clausola del contratto dell’ex Basilea gli permette di decidere autonomamente il suo futuro fino al 30 giugno. In pratica Salah potrebbe scegliere da solo la sua prossima destinazione, con buona pace di tutta la curva Fiesole. L’Inter è molto forte sul giocatore, anche perché potrebbe arrivare con la formula del prestito, ammortizzando le spese annuali.

Thohir avrebbe già chiamato Abramovich per intavolare la trattativa, che comunque rimane complicata. Paulo Sousa, dal canto suo, non vorrebbe privarsi di un giocatore così importante, indispensabile per partire col piede giusto nella sua nuova avventura a Firenze. Le alternative per l’Inter sono rappresentate da Perisic e Cuadrado, con il primo più semplice da raggiungere.

A centrocampo Piero Ausilio ha mollato quasi definitivamente Giannelli Imbula. La trattativa per portare a Milano il centrocampista del Marsiglia era ormai chiusa, sulla base di 18 milioni più 1 di bonus. Dopo l’acquisto a titolo definitivo di Kondogbia, però, la dirigenza nerazzurra ha provato a cambiare la formula d’acquisto in un prestito con obbligo di riscatto. E’ arrivata la secca risposta negativa del club francese, che ha bisogno di monetizzare nel minor tempo possibile.

A Roberto Mancini non dispiacerebbe avere un uomo d’esperienza in mezzo al campo e, proprio per questo, vengono seguite attentamente le situazioni relative a Thiago Motta e Felipe Melo. Il primo è in rotta totale con il PSG ma rimane comunque difficile da prendere a basso costo; il secondo sarebbe contento di riabbracciare il Mancio, dopo l’esperienza al Galatasaray, e si potrebbe liberare senza troppi intoppi dal club turco.

Thohir però sa benissimo che per sostenere tutte queste operazioni è necessario vendere qualche pezzo pregiato della rosa; in cima alla lista dei probabili partenti c’è sempre Mateo Kovacic, con il Liverpool pronto al definitivo agguato nei prossimi giorni.

FONTEgoal.com