Inter-Milan: Mancini tiene Shaqiri in panchina, ma…

Al ‘gong’ del mercato di gennaio, in pochi avrebbero immaginato che Xherdan Shaqiri potesse restare a guardare dalla panchina il derby. Ed invece lo svizzero rischia concretamente di farlo, visto che per la sfida col Milan Mancini ha in mente un’Inter priva dell’ex Bayern.

Il tecnico nerazzurro, come sottolinea la ‘Gazzetta dello Sport’, ha provato come soluzione principale per ovviare alle squalifiche di Guarin e Brozovic l’impiego di Hernanes nei panni di trequartista con l’arretramento di Kovacic nel ruolo di interno.

A completare la mediana, con Medel schermo a protezione della difesa, in rampa di lancio il classe ’96 Gnoukouri (favorito su Obi). E ‘Shaq’? Per l’elvetico niente maglia da titolare, questa almeno l’idea che ‘frulla’ nella testa del Mancio.

Tale soluzione consentirebbe di mutare il modulo in un 4-2-3-1, con l’allargamento di Palacio a destra e Kovacic a sinistra e lasciare il giovane ivoriano insieme al cileno come diga di centrocampo. Hernanes, in posizione centrale, completerebbe la batteria di fantasisti alle spalle di Icardi.

Per il resto, davanti ad Handanovic, difesa a quattro con D’Ambrosio, Ranocchia, Vidic e Juan Jesusancora una volta allargato nelle vesti di terzino sinistro.

“Shaqiri? Ci sta che possa aver avuto un calo e c’è sempre l’ambientamento, come per Podolski. Ma so che chi è arrivato a gennaio sarà importantissimo per la prossima stagione”, queste le parole dell’allenatore jesino sul colpo invernale nella conferenza ‘pre’ derby. La bocciatura, appare un’ipotesi concreta.

Ed è una notizia che fa rumore, fosse solo per l’investimento compiuto dall’Inter per strapparlo alla concorrenza: prestito oneroso a 2 milioni e riscatto obbligatorio a 15 da esercitare a giugno, tanto è stato pagato lo svizzero. Sarà lui il grande escluso?

FONTEgoal.com