Inter-Milan (1-0) | Pagelle Bauscia

Handanovic: 6 – Il primo tempo è da brividi con numerose uscite a vuoto. Riscatta la sua serata con la parata sulla punizione di Balotelli. INCERTO

Campagnaro: 6 – Ad inizio partita fatica a trovare la giusta posizione in campo andando spesso in difficoltà. Molto meglio nella ripresa. SPAESATO

Rolando: 6,5 – E’ la vera rilevazione della retroguardia interista. Guida con autorità la difesa e quando viene saltato se la cava con l’esperienza. BALUARDO

Juan Jesus: 6 – Discutibili alcune sue gestioni della palla che lo portano ad avanzare senza sapere ben che fare. Ingaggia un duello rusticano con Balotelli. FRENETICO

Jonathan: 6 – Si inserisce con meno frequenza rispetto ai suoi standard curando principalmente la fase difensiva. FRENATO

Zanetti: 6 – Derby numero 47 per il capitano. Lotta per tutto il campo ma il suo apporto in fase di impostazione è limitato. COMBATTENTE

Taider: 5 – Parte male e non si riprende più. Dalla sua parte il Milan trova terreno fertile. Mazzarri sembra che lo voglia sostituire già prima della fine del primo tempo. DELUDENTE

Cambiasso: 6 – Prestazione di sostanza del centrocampista argentino dove risulta determinante con i suoi preziosi recuperi. SAGGIO

Nagatomo: 6,5 – Una vera spina nel fianco nella retroguardia rossonera. Va più volte al tiro ed è pericoloso con i suoi continui inserimenti. PEPERINO

Guarin: 7 – Questo potrebbe essere il suo ultimo derby, in campo ci mette anima, grinta, gambe. Quando sembrava essere in calo sforna l’assist per il gol vittoria di Palacio. LEONE

Palacio: 8 (migliore in campo) – Soffre abbandonato a se stesso contro l’intera retroguardia milanista. Nel primo tempo si guadagna un rigore che solo l’arbitro non vede, nella ripresa va vicino al gol a dieci minuti dal termine ma si riscatta pochi minuti dopo con un favoloso gol di tacco. EROICO

Kovacic: 7 – Dopo tante partite in ombra entra con il piglio giusto cambiando la partita con numerose giocate di classe. Forse la sua stagione inizia proprio oggi. FRIZZANTE

Kuzmanovic: 6 – Tra la sorpresa e lo scetticismo generale gioca una ventina minuti di buona intensità. ROBUSTO

Icardi: sv

Mazzarri: 6,5 – Dopo l’imbarcata di gol delle partite precedenti opta per un centrocampo più fisico ed una partita più accorta. Nella ripresa azzecca tutti i cambi e quando vede l’avversario in difficoltà, dopo averlo fatto sfogare, sposta in avanti il baricentro della squadra e trova la vittoria. CINICO