Sulle orme del padre-Dopo 43 anni un altro Frustalupi

Chiamatelo caso, coincidenza o anche profezia se volete, sta di fatto che dopo 43 anni, un altro Frustalupi farà parte della rosa nerazzurra, questa volta non come calciatore ma come tattico.

Mario Frustalupi, eccellente centrocampista dell’Inter di Invernizzi, per intenderci, la squadra che vinse lo scudetto in rimonta sul Milan. Di bassa statura(166 cm) ma con due piedi pregiati, interista sfegatato, arrivava giovanissimo dalla Sampdoria di Fulvio Bernardini. La magnifica storia di un ragazzo che corona il sogno di una vita: Giocare per i colori che sente addosso. Mario è un piccoletto ma non sbaglia mai un passaggio, dimostra sul campo la propria utilità, partecipando attivamente alla vittoria del titolo nazionale ed arrivando secondo in Champions League.

Nel 1972 saluta l’Inter, la sua carriera prosegue a Roma con la Lazio dove vince un altro scudetto per poi concludere la carriera in A nella Pistoiese. Nell’ Aprile del 1990, Mario Frustalupi, mentre si recava a Cervinia per trascorrere la Pasqua in famiglia, perde la vita, coinvolto in un terrificante incidente sull’autostrada a 26 Voltri-Gravellona, lasciando una moglie e due figli: Francesca e Nicolò Frustalupi.

Sulle orme del Papa: Contrariamente a tanti ragazzi che vedono il proprio modello di vita in un rapper “sboccato” o in una rock star finta come una pianta da arredo, Nicolò ha sempre dichiarato:” il mio idolo è mio papà” e dopo tanti anni dii gavetta e duro lavoro, per Nicolò è giunta l’ora di ripercorrere la stessa strada che proprio papà Mario solcò.
Arriva all‘Inter dopo aver accumulato sul campo una lunga esperienza:” iniziai alla Pistoiese, c’era bisogno di una persona che andasse a studiare gli avversari, mi proposi e Mazzarri accettò, mi ha dato sempre più fiducia ed alla Reggina, diventai il suo collaboratore sul campo” da allora sono inseparabili.

Benvenuto all’Inter: Tutto il popolo nerazzurro, non può far altro che accoglierti a braccia aperte, augurandoti ciò che ti sta più a cuore: Ripetere, seppur in ruoli diversi, le stesse gesta che furono di tuo padre, aiutando i nostri colori a raggiungere le vette che meritano. Benvenuto Nicolò Frustalupi.