Inter: Lavori in corso

Continua il mercato in casa nerazzurra, tra entrate ed uscite saranno quindici giorni di fuoco.
Cominciamo da chi, quasi sicuramente, lascerà la maglia nerazzurra: Julio Cesar non rientra più nei piani della società è stato detto già da tempo e la sistemazione più probabile sarà quella del quartiere londinese di Tottenham.

Maicon ha un ingaggio troppo elevato e se le sue pretese non si abbasseranno sarà difficile riabbracciare Mourinho; il Pazzo ormai è alla porta da un po’ e chissà se uno dei senatori saluterà per far largo ai più giovani.

Ma chi saranno i sostituti?
Gli obiettivi dell’inter sono concentrati su due centrocampisti, un terzino e un attaccante.

I nomi più caldi e più concreti sono quelli di De Jong, centrocampista del Manchester City, Gargano del Napoli, e potrebbe rientrare nell’operazione Julio Cesar anche Giovani Dos Santos, ex blaugrana. Rischio da correre quello per il giovane messicano, perché è l’attaccante esterno che serve a Stramaccioni ed è un ’89, rientrerebbe nel piano di ringiovanimento sbloccando così l’operazione Julio.

De Jong, sponsorizzato da Sneijder è pronto ad arrivare a Milano dato il via libera di Mancini, bisognerà investire i soldi della cessione di Cesar e poi virare oltre all’olandese ad uno tra Gargano e Fernando, sforzo economico che darebbe all’inter la possibilità di rinforzare il centrocampo e tornare a sorridere in Italia e in Europa.

Il nome per il terzino è Alvaro Pereira, uruguaiano che parla portoghese vista la casacca che porta, corteggiato da mezza Italia e non solo, sarebbe il sostituto giusto di Maicon.

In attacco sempre viva l’ipotesi dello scambio Pazzini – Quagliarella, e se invece si ragionasse e si investissero tra i 5 e i 7 MLN per Giuseppe Rossi? rientrerà a gennaio ed è il top player che tutta europa voleva prima del suo infortunio, non ha chiuso le porte all’inter ne lui ne il suo procuratore, bisogna solo presentare un’offerta intelligente per portarlo via dal Villareal.

Insomma, tanti nomi ancora e poche certezze in un mercato che vira per l’ultima vasca in attesa del 25 agosto per sapere se già la rosa della nostra squadra sarà al completo o se si dovrà aspettare l’acquisto last minute che però non è mai stato il nostro punto di forza (vedi Forlan, Zarate, Palombo nell’ultimo anno) speriamo solamente di non farci soffiare sotto il naso l’occasione di tornare grandi.

Gianmarco Valenza