Inter come la Juve, mercato in Serie B!

Dopo la Juventus anche l’Inter inizia a studiare il ricco mercato della Serie B dove tanti giovani stanno muovendo i primi passi nel calcio professionistico. Ragazzi promossi dalla Primavera direttamente in prima squadra e che stanno provando ad imporsi ad alti livelli nel calcio che conta. E’ il caso di Marco Varnier, difensore centrale classe 1998 del Cittadella.

GLI ESORDI – Varnier nasce a Padova da una famiglia già molto vicina al mondo del calcio. Il padre Maurizio è stato infatti il medico sociale del Padova calcio club dove il figlio Marco muove i primi passi. In gioventù gioca da centrocampista ma per la sua intelligenza tattica viene subito abbassato in difesa. Il fallimento del Padova nel 2014 lo porta al Cittadella con cui gioca prima negli Allievi Nazionali e poi vince il titolo del campionato Berretti nel 2015/16.

L’ESORDIO IN B – Ad inizio stagione Varnier è il perno della difesa del Cittadella Primavera ma già nel precampionato viene aggregato alla prima squadra di Venturato. A dicembre la svolta, come confermato a Calciomercato.com dall’agente di Varnier, Luca Urbani: “Il 30 dicembre il Cittadella si trovava in emergenza in difesa e Venturato ha scelto di lanciarlo da titolare. Marco ha fatto così bene da convincere l’allenatore a non toglierlo più dal campo e la società a non intervenire sul mercato”.

FRA BONUCCI E  BARZAGLI – Varnier è un difensore centrale molto dotato fisicamente, alto oltre il metro e 85, ma dotato soprattutto di un grandissimo senso della posizione: “E’ un centrale molto tattico – ha dichiarato Urbani a Calciomercato.com – non irruento ed elegante nelle giocate. Lui ha dichiarato che i suoi idoli sono Hummels e Bonucci, ma a me anche per il percorso che sta facendo ricorda Andrea Barzagli. Con i piedi ci sa fare, ma è bravo anche nell’uno contro uno”.

TIFA INTER E L’INTER LO VUOLE – In Primavera ha avuto all’attivo 2 gol in 4 gare giocate di cui uno contro la Juventus, ma da quando ha trovato l’esordio in B sono 6 le gare consecutive disputate attirando su di sè l’attenzione di un club importante come l’Inter. “Lui simpatizzava per l’Inter da piccolo – ha confermato Urbani a Calciomercato.com -, ma ora è concentrato sul suo presente e sul diplomarsi a fine anno. Il futuro se manterrà la testa sulle spalle sicuramente sarà importante. Il Cittadella con il direttore Stefano Marchetti crede fortemente in lui, però è già richiesto da tante società. L’Inter lo ha chiesto ufficialmente, così come il Sassuolo mentre il Bologna e il Chievo lo hanno visionato”. Con la Serie B è arrivata anche la convocazione in Under 19, un altro altro passo fondamentale per la sua crescita, dopo Orsolini, Favilli e Ciciretti anche per Varnier si stanno aprendo le porte delle grandi d’Italia.

FONTEcalciomercato.com