Inter, per la fascia il sogno è Darmian

Sarà, con molta probabilità, un gennaio movimentato in casa Inter, sia dal punto vista degli acquisti che delle cessioni. Sono infatti diversi gli esuberi nella rosa, che può essere costituita massimo da 25 giocatori. La potenziale formazione titolare è già impressa nella mente di Mister Mancini, quindi per molti di questi giocatori, non ci sarà posto. In particolare, mancherebbe un terzino destro di peso, in grado di completare il reparto arretrato. Mancini non ha mai nascosto, sin dalla campagna acquisti estiva, di voler in particolar modo un giocatore, che risponde al nome e al cognome di Matteo Darmian.

Soluzione costosa

Il ventiseienne di Legnano, cresciuto nel vivaio del Milan, a luglio è volato a Manchester, sponda United, nella trattativa che ha portato il Torino ad incassare la considerevole cifra di 18 milioni più due di bonus. Voluto fortemente da Luis Van Gaal, ha offerto prestazioni convincenti, risultando uno dei migliori della formazione del Manchester United. Tuttavia, il crollo della formazione inglese in Champions League, con la conseguente retrocessione in Europa League, hanno messo il tecnico olandese stesso in una posizione pericolosa. Tuttavia, visto l’oneroso investimento, non è assolutamente detto che il terzino italiano debba avere le valigie in mano.

Parole d’ordine: esperienza e classe

Due parole con cui si può descrivere il terzino ex Torino e Palermo. Ha dovuto fare tanta gavetta prima di approdare in Inghilterra, ma gli estimatori non sono mai mancati. Terzino di spinta, abile anche in fase di copertura, è diventato in breve tempo perno della Nazionale Italiana di Antonio Conte. Proprio di questi tempi ha trovato anche la prima rete con la maglia azzurra, nel match contro l’Azerbaijan. Cresciuto come difensore centrale, ha spostato il suo raggio d’azione, anche grazie alla propria diligenza tattica, che tra le altre cose gli consente di occupare entrambe le fasce del campo da gioco.