Derby d’Italia: Palacio – Alvarez coppia in attacco.

Considerando che Rodrigo Palacio (65 minuti) e RickyAlvarez (panchina) sono stati impegnati con la Selecciòn nelle qualificazioni ai Mondiali in Brasile nella trasferta vittoriosa in Paraguay e, salvo sorprese, sono dati in salute,Walter Mazzarri non ha che l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda il reparto offensivo da opporre alla Juventus sabato prossimo. In attesa del rientro dei due argentini, giusto in tempo per gli ultimi allenamenti pre-match, l’allenatore dell’Inter valuterà le condizioni degli altri attaccanti rimasti a Milano per capire quale sarà la coppia più informa e utile tatticamente per creare problemi ai tre centrali di Conte.

Paradossalmente, sono proprio i due albiceleste impegnati a migliaia di chilometri di distanza i due favoriti per l’undici titolare, ma molto dipenderà dallo stato psico-fisico con cui si presenteranno ad Appiano Gentile al rientro dell’impegno con la nazionale. Di certo qualora fossero sfiancati dai minuti sul campo (Palacio) e dal volo transoceanico (entrambi) Mazzarri potrebbe valutare alternative, vale a dire Mauro Icardi e Ishak Belfodil. Il franco-algerino sta crescendo a livello di condizione mentre l’ex Sampdoria ha ormai assorbito il colpo al costato rimediato a San Siro contro il Genoa (e i tuffi nel mar Mediterraneo lo testimoniano). Infine, c’è la posizione di Diego Milito, già ‘convocato’ a furor di popolo dai media e dai tifosi ma ancora in ritardo di condizione, almeno stando a quanto visto nelle due presenze con la Primavera e contro il Lugano sabato scorso.

Il Principe sta meglio, il ginocchio risponde bene e anche il fiato aumenta di giorno in giorno, allenamento dopo allenamento. Ma per scendere in campo in serie A, per giunta contro la Juventus, bisogna essere al 100% e una convocazione dell’attaccante sarebbe da interpretare più come un premio per il suo impegno che una reale fiducia nella sua disponibilità. Ad oggi, dunque, la coppia favorita resta Palacio-Alvarez, la stessa che ha iniziato nelle partite vinte contro Genoa e Catania, con un centrocampo più robusto in vista magari di un cambio in corsa in caso di necessità. Icardi e Belfodil scalpitano, ma potrebbero essere utili durante il match più dello stesso Milito, anche se il nome sulla schiena del Principe incute timore a prescindere. E Chiellini & Co. lo sanno benissimo.

Fonte: Fcinternews.it