Inter-Hellas Verona 2-2: nerazzurri beffati negli ultimi minuti

Inter-Hellas Verona 2-2
Inter-Hellas Verona 2-2

Ore 20.45 inizia Inter-Hellas Verona, la formazione scelta da Walter Mazzarri per il posticipo di campionato è composta da: Handanovic, Ranocchia, Vidic, Juan Jesus,  Nagatomo,  Kuzmanovic,  Medel,  Kovacic, Dodò, Palacio e Icardi, a disposizione invece ci sono Carrizo, Berni, Andreolli,  Osvaldo, Obi, Mbaye, Krhin, Donkor, Hernanes e Bonazzoli.

L’approccio dei nerazzurri al match è pessimo, al 6′ l’Hellas si rende pericoloso con Toni, che riesce ad arrivare solo davanti ad Handanovic, Vidic e Juan Jesus recuperano.

Passano tre minuti e Toni, completamente solo in area, ci riprova e questa volta segna, portando il Verona in vantaggio al 10′.

L’inter però non si lascia intimorire, riparte con umiltà, cerca il gol e lo trova al 18′, traversone di Ranocchia per Palacio che l’appoggia al centro, arriva Icardi e la mette in rete.

Al 20′ i nerazzurri ci riprovano con Kuzmanovic, che tenta la conclusione da fuori area, ma la palla colpisce il palo. Ancora Inter al 25′, con il tentativo di Vidic  che di testa batte a rete, ma Rafael si oppone al gol, con una grande parata. Nei minuti successivi si susseguono tentativi da entrambe le parti, significativa la parata di Handanovic su Gomes al 43′. Al 44′ viene ammonito Medel, poi l’arbitro concede 1′ di recupero, ma il risultato rimane invariato e le squadre rientrano negli spogliatoi sull’1-1.

Alle 22.49 inizia la ripresa ed è subito Inter.

Al 48′ Palacio la mette al centro per Icardi, il quale la butta in rete e segna il gol del vantaggio!

Al 50′ la situazione però si complica, Rocchi concede senza esitare il penalty al Verona, per una leggerezza commessa da Medel in area di rigore. Dal dischetto parte Toni, ma Handanovic riesce ad avere la meglio e para, salvando il risultato. L’Inter rimane in dieci. Al 56′ viene ammonito Martic per tocco di mano.

Al 64′ sostituzione Inter, esce Mateo Kovacic, ed entra Khrin. Al 70′ viene ammonito anche Moras per ostruzione su Nagatomo. Entrambe le squadre continuano a provarci, e nonostante l’inferiorità numerica dell’Inter, la gara continua ad essere equilibrata. Al minuto 80′ sostituzione Verona, entrano Nico Lopez e Saviola ed escono Gomes e Inota. Al minuto 83 un’altra occasione per l’Inter, Vidic di testa prova a segnare, ma la palla termina fuori di pochissimo. Al minuto 87 esce Palacio ed entra Obi.

Al minuto 89 arriva il pareggio dell’Hellas, il neo entrato Saviola serve Nico Lopez di tacco, e quest’ultimo riesce a battere Handanovic.

L’arbitro concede quattro minuti di recupero, ma il match termina con un pareggio.

I nerazzurri dopo un inizio non esilarante, riescono a reagire e restare in gara, non portano a casa il punteggio pieno, ma un punto conquistato con determinazione.