Nel 2018 l’Inter ha segnato meno del Benevento!

Da quando è iniziato il 2018 si sono giocate tredici partite di Serie A. In questo lasso di tempo, l’Inter – in lotta per un posto in Champions League candidata allo Scudetto qualche mese fa – ha messo a segno sedici gol. Nello stesso arco temporale il Benevento – ultimo in classifica praticamente da settembre – ha segnato diciotto reti. La squadra di Roberto De Zerbi supera quella di Luciano Spalletti in quanto a marcature. Certo, poi ci sarebbero da analizzare le difese e lì il rapporto tra Inter e Benevento avrebbe tutta un’altra piega, ma sta di fatto che i nerazzurri hanno un clamoroso problema in attacco. Se anche il Benevento fa meno fatica a segnare degli uomini di Spalletti, allora vuol dire che qualcosa non quadra.

L’Inter è la squadra che, in questa Serie A, ha pareggiato di più per zero a zero. A Bergamo è arrivato il sesto pari a reti bianche: significa che la difesa è messa bene, ma l’attacco non gira. Più volte è stato sottolineato che senza Icardi o Perisic in giornata di grazia, la fase offensiva non decolla. Cosa serve all’Inter? Di sicuro un’inversione di tendenza, per riuscire a agguantare il quarto posto. La 32ª giornata ha fatto un regalo ai nerazzurri, perché la dieta del gol ha colpito nove squadre delle prime dieci in Serie A, ma Spalletti deve trovare la ricetta per tornare a fare gol. Sembrava che la crisi si fosse interrotta a Marassi contro la Sampdoria e a San Siro contro il Verona, ma da tre gare i nerazzurri sono a secco. Errori e sfortuna contano fino a un certo punto, adesso l’Inter non deve più trovare alibi.