Inter – Genoa (2-0) | Pagelle Bauscia

  • 6HandanovicMai impegnato si gode per una volta serenamente la partita. INOPEROSO
  • 6,5CampagnaroInterprete perfetto della difesa a 3 di Mazzarri. Recupera molti palloni e fa ripartire la squadra con regolarità.LEONE
  • 6,5RanocchiaConcede pochissimo a Gilardino ed è pericoloso anche in attacco. MASTINO
  • 6,5Juan JesusNeutralizza con estrema facilità Santana non condendogli un pallone giocabile. VIGILE
  • 7JonathanRigenerato dalla cura Mazzarri. Commette un solo errore in tutta la partita, pericolo costante in fase di spinta ed è suo l’assist del vantaggio. RIVITALIZZATO
  • 5,5CambiassoLento e macchinoso rallenta la velocità di manovra. SOTTOTONO
  • 5,5KuzmanovicLa fotografia della sua partita è il tiraccio che sferra al 44′ del primo tempo. NULLO
  • 7GuarinMigliore in CampoDopo un brutto primo tempo si riscatta nella ripresa travolgendo più volte il centrocampo avversario. L’assist per Palacio è la perla della sua prestazione. DEVASTANTE
  • 6,5NagatomoSi fa trovare nel posto giusto in occasione del gol sintomo che sta apprendendo al meglio quello che Mazzarri vuole dai suoi esterni. PUNTUALE
  • 6,5AlvarezNel primo tempo fatica a trovare la giusta posizione. Più incisivo nel ruolo di interno da centrocampo dove le sue qualità balistiche sono utili per la fluidità di manovra.ATTIVO
  • 6,5PalacioNel primo tempo è troppo isolato e non si rende mai pericoloso. L’ingresso di Icardi lo agevola e ritrova vivacità finendo la partita in crescita trovando il gol della sicurezza.LETALE
  • 6,5IcardiIl suo ingresso da maggior peso all’attacco e da quel momento la squadra si rende più pericolosa. Meriterebbe il gol ma la traversa gli nega la soddisfazione personale.PRESTANTE
  • 6,5KovacicGli bastano venti minuti per cambiare volto alla partita. Il suo ingresso favorisce la velocità di manovra e da quel momento l’Inter diventa padrone del campo.FOSFORO
  • s.v.TaiderCinque minuti per esordire con la maglia dell’Inter.
  • 6,5MazzarriLa sua creatura è ancora un cantiere aperto ma si comincia ad intravedere la sua mano. Squadra più compatta, ripartenze veloci ed i laterali di centrocampo che spingono con continuità. COMANDANTE