Inter del futuro: forse la Juventus non è poi così lontana. Con qualche innesto sarà top team. Il mercato…

DzekoL’Inter di Walter Mazzarri sta vivendo un momento positivo: risultati e prestazioni sono dalla parte di squadra e tecnico che ora guardano a questo finale di stagione con molto entusiasmo e ottimismo. La Fiorentina è a un passo, l’Europa un obiettivo reale, la Champions… forse sarà ‘arrivederci’ alla prossima stagione, anche se nel calcio nulla è impossibile.

Oggi la Juventus sembra inarrivabile, la caduta dello ‘Stadium’ brucia ancora ma un club con il blasone e la storia dell’Inter non può non avere come obiettivo reale per il domani quello di raggiungere proprio i rivali di sempre, che da tre anni dominano il campionato: il ‘derby d’Italia’ dovrà necessariamente tornare ad essere un top match, che possa valere Scudetto e, perché no, Europa, ma quella che conta.

Ma cosa manca ancora all’organico nerazzurro per accorciare il distacco dalla ‘Vecchia Signora’?  Ecco una rapida analisi:

IN PORTA – Indipendentemente da chi occuperà il ruolo, i guantoni saranno sicuramente di altissimo livello. Sarà Handanovic o Bardi? Solo il mercato darà le opportune risposte, ma la porta dell’Inter è e resterà al sicuro. Porta blindata.

DIFESA – Nel disegno tattico del confermatissimo Walter Mazzarri la difesa a ‘tre’ sarà con ogni probabilità la base di partenza per l’Inter formato 2014-2015, indipendentemente dagli interpreti: con Vidic e, magari, il super Rolando di questa stagione sul centro-destra e il giovane e sempre più certezza Juan Jesus sul centro-sinistra, il pacchetto di Mazzarri potrà offrire ampie garanzie. Forse le riserve (almeno sulla carta) sono ancora un rebus che solo il mercato risolverà, ma i tre top saranno un ‘osso duro’ per qualsiasi reparto offensivo avversario. Tevez-Llorente compresi… Esperienza e gioventù, retroguardia solida.

CENTROCAMPO – È questo il reparto che dovrà far cambiare definitivamente marcia alla squadra. Qualità altissima, quantità assicurata, fantasia, tecnica, cattiveria… c’è tutto nella mediana di Walter Mazzarri. Con – magari – un innesto giovane, il centrocampo nerazzurro sarà pronto al 100% per competere, senza paura, con i vari Pogba, Pirlo, Marchisio, De Rossi, Strootman, Hamsik… Hernanes e Guarin non sono sicuramente inferiori. Tocca a voi ‘svoltare’.

ATTACCO – È proprio qui che servirà l’intervento big perché, forse, il solo Palacio potrebbe non bastare. Ad Appiano circolano i nomi dei vari Dzeko, Morata, Eto’o e Torres: grandissime opzioni, ognuna con i propri ‘pro’ e ‘contro’, ma tutti darebbero un grandissimo aiuto al Trenza argentino, oltre ad influire in maniera ‘pesante’ su tutta la squadra. Palacio inamovibile, Icardi prima alternativa che scalpita, un big in arrivo. Questo sarebbe un reparto da… Scudetto.

Fonte: fcinternews.it