Inter-Fiorentina 4-2: Icardi spegne ogni speranza degli avversari

Lunedì sera, ore 21.00, i nerazzurri tornano  in campo a San Siro per affrontare la Fiorentina.

Partita delicata per entrambe le squadre, l’Inter arriva al match dopo il 2-2 del derby e senza Medel, grande assente della serata.

Iniziano bene i nerazzurri, è una buona Inter quella dei primi minuti del primo tempo, solida, organizzata,  grintosa.

Con una squadra scesa in campo così, i risultati non tardano ad arrivare, è il terzo minuto infatti quando arriva il primo gol nerazzurro, a segnare è Brozovic che di potenza mette la palla in rete.

Passano sei muniti ed arriva il secondo gol dell’Inter, questa volta a segnare è Candreva il quale anticipa Milic e segna il gol del raddoppio nonché la sua cinquantesima rete in serie A.

Il primo tempo continua poi a regalare emozione ai nerazzurri, arriva infatti il terzo gol, il capitano Mauro Icardi in una serata del genere non poteva non mettere la sua firma ed inventa un gol bellissimo, trafiggendo a due passi dalla porta Tatarusanu.

La Fiorentina, però, non si arrende facilmente e prova a reagire riaprendo la partita con il gol di Kalinic al 37’.

Al 46’ però le cose si mettono nuovamente male per la Fiorentina, arriva infatti il rosso a Gonzalo Rodriguez per aver bloccato Mauro Icardi durante una chiara occasione da gol.

Con un uomo in meno per i Viola e sul 3-1, finisce il primo tempo e le squadre si recano negli spogliatoi.

Il secondo tempo si apre con tante occasioni sprecate dall’Inter, che ovviamente anche quando le cose iniziano in maniera semplice, deve complicarsi la vita.

Non tarda ad approfittarne la Fiorentina, al 62’ infatti arriva il suo secondo gol firmato Ilicic.

Sicuramente lodevole la determinazione nel secondo tempo dei viole, che nonostante l’uomo in meno non si arrendono e fanno a fatica respirare l’Inter.

Il finale del secondo tempo è un finale frenetico, nessuna delle due squadre sembra esser disposta a lasciare il risultato sul 3-2: la Fiorentina cerca disperatamente il pareggio, l’Inter cerca disperatamente di difendere il risultato.

I quattro minuti di recupero servono all’Inter a chiudere poi la partita, ancora Icardi il quale segna il gol del 4-2 al novantunesimo minuto, spegnendo definitivamente le speranze della Fiorentina.

Finalmente una vittoria, finalmente portiamo a casa i tre punti, finalmente una serata in cui i tifosi possono rientrare a casa contenti, in cui l’allenatore di turno non si senta messo in discussione ed in cui tutti possiamo anche se solo sino a giovedì, tirare un sospiro di sollievo.

Tutto questo pesando l’entusiasmo certo, perchè  la nave con la fiducia incondizionata è salpata già da un pezzo,  e con questa Inter, più pazza che mai, non si può mai stare tranquilli come dimostra il secondo tempo di questo match.

Per una sera però possiamo goderci questa vittoria, sofferta come sempre, lasciando i problemi, tanti, fuori. Quello che conta oggi è che si intraveda un alone di miglioramento, che la squadra sembri rispondere bene a Pioli e che non sia più il solo Icardi a segnare, per tutto il resto ci sarà tempo, per oggi invece rallegriamoci dei tre punti portati a casa, che di questi tempi sono una vera e propria rarità.