Inter e Milan dichiarano ‘guerra’ al Comune sul Meazza

Sviluppi importanti sulla questione Stadio S. Siro, svelati oggi dalla Gazzetta dello Sport.

Secondo la Rosea, infatti, Inter e Milan avrebbero deciso di fermarsi e di sospendere le relazioni con il Comune di Milano a tempo indeterminato sul futuro del Meazza.

In termini pratici il tutto è rimandato, forse, a dopo le elezioni comunali del prossimo maggio e nel frattempo le due società accetteranno di partecipare solo a incontri tecnici per verificare lo stato di avanzamento dei lavori in corso per la finale Champions 2016, ma non più con la mobilitazione dei propri dirigenti di primo livello.

I due club chiamano un timeout su San Siro, infastiditi, se non addirittura irritati, dalle ultime «fughe in avanti» dei componenti della Giunta Pisapia: di quello che sarà il Meazza se ne riparlerà, se sarà il caso, quando a maggio o giugno verrà eletto il prossimo sindaco di Milano.

Nelle ultime settimane nelle sedi dei club è filtrata puzza di bruciato, e si è preferito stoppare sul nascere qualunque tentativo di trasformare San Siro (strategico nei piani industriali dei club) in un argomento da ring elettorale. Un vicolo cieco nel quale Inter e Milan non vogliono farsi tirare.