Inter, da Verona “Ritorna vincitor”

Proviamo pure a scomodare il testo dell’Aida, tante volte andata in scena all’Arena di Verona, per cercare di spronare i nostri alla vittoria Sabato sera al Bentegodi. A pensarci bene, è da un pò che non usciamo dal campo vincitori…

Con un pizzico di timore scaramantico devo tuttavia far notare che anche il Verona non ci batte da tantissimo tempo. Precisamente dal Febbraio ’92, quando sul loro campo ebbero la meglio per 1-0.

Ma è pur vero che in questa stagione siamo di fronte all’Inter “dei record al contrario”. L’Inter che è stata capace di perdere col Torino dopo ventanni, di regalare la vittoria alla Fiorentina a San Siro, dove la viola non racimolava punti da una vita, di uscire sconfitti col Sassuolo a cui eravamo abituati a segnare sette gol a partita. Da qui viene appunto il timore scaramantico.

Comunque, bando alle scaramanzie, godiamoci almeno i ricordi delle belle vittorie registrate contro i gialloblu nell’ultimo ventennio. Ad esempio, nella prima giornata del campionato 1999/2000, dove abbiamo avuto il debutto in maglia nerazzurra di Cristian Vieri. Un Vieri che si presentò ai tifosi con una entusiasmante tripletta, firmando quel 3-0 che lasciava spazio a sogni di grandi vittorie.

Nel 2001 invece, pochi giorni prima di Natale, un altro 3-0 nei confronti del Verona mostrava tra i marcatori, oltre allo stesso Vieri, una doppietta di Ronaldo che tornava al gol di fronte al pubblico interista dopo due anni di assenza per infortunio. Proprio un bel regalo prima delle feste!

Nel match di ritorno, di nuovo un 3-0. E ancora Vieri tra i marcatori, questa volta con una doppietta, che seguiva al gol iniziale di Cristiano Zanetti.

Negli anni più recenti, troviamo una bella vittoria per 4-2 nel 2013. Vittoria che avrebbe anche potuto essere più semplice, per come si era messo l’incontro. Agevolati da una loro autorete e da un gol di Palacio, ci eravamo trovati a condurre per 2-0 dopo soli 12 minuti. Poi era emersa la nostra innata capacità di complicarsi la vita, ma comunque altri due gol di Cambiasso e Rolando avevano chiuso l’incontro a nostro favore.

Diverso invece l’andamento e l’esito dell’incontro di andata della stagione in corso, in cui eravamo stati inizialmente colpiti da Toni, per poi ribaltare il risultato con una doppietta di Icardi. Sembrava fatta, ma quasi allo scadere Lopez aveva segnato la rete del definitivo 2-2.

Tuttavia, se parliamo di Verona, non dobbiamo dimenticare le soddisfazioni che questa squadra indirettamente ha regalato ai tifosi interisti. Ragazzi, per chi non lo sapesse, il Verona ha tolto due scudetti ai cugini del Milan!

La prima volta, clamorosa, all’ultima giornata del ’73, coi milanisti pronti a celebrare scudetto e stella, e invece tornati a casa da verona con una sonora sconfitta per 5-3. Era il Milan di Nereo Rocco, orchestrato in campo da Gianni Rivera.

Poi successe di nuovo alla penultima giornata del ’90, quando il Verona sconfisse il Milan di Sacchi per 2-1, e i rossoneri si videro superati dal Napoli che poi conquistò lo scudetto.

Questo per ricordare che al Verona credo che noi tifosi interisti dovremmo portare comunque sempre simpatia. La storia li vede nostri alleati. E sabato sera, chi lo sa, saranno così alleati da riuscire a far sì che l’Inter torni alla vittoria?