Inter-Catania (0-0) | Pagelle Bauscia

Handanovic: 6 – Non deve effettuare una sola parata in novanta minuti. Ma questa rimane l’unica nota positiva dell’intero match. SPETTATORE

Campagnaro: 6 – Si limita contenere gli attaccanti del Catania che si dimostrano inoffensivi. DISIMPEGNATO

Rolando: 6+ (migliore in campo)  – Sicuro  in difesa. E’ suo l’unico tiro in porta di tutto il secondo tempo. SOLIDO

Juan Jesus: 5,5 – In difesa non rischia niente ma quando cerca di impostare da dietro è notte fonda. PASTICCIONE

Jonathan: 4,5 – Spinge poco e male. Non azzecca un cross  in novanta minuti. SFASATO

Cambiasso: 4,5 – Passeggia per il campo come un pensionato al parco con il suo cane. ATTEMPATO

Kuzmanocic: 3 – Non sa stoppare una palla, non azzecca un passaggio, non contrasta. Perché farlo giocare sempre? PIETOSO

Nagatomo: 5 – Troppo timido. Gioca come che se davanti gli fosse apparso Cristiano Ronaldo. FRENATO

Alvarez: 5 – Qualche spunto isolato e poco più. Sembra tornato il giocatore criticato delle precedenti stagioni. SPENTO

Palacio: 5 – Il mister nei primi cinque mesi gli ha tirato il collo facendolo giocare sempre da solo e adesso non ne ha più. SPOMPATO

Milito: 5 – Ci mette tanto impegno ma purtroppo non basta. La forma migliore è lontana anni luce e non riesce ad essere utile alla squadra. DESOLATO

Kovacic: 5 – Non è facile entrare sempre a partita in corso ma lui sembra adeguarsi alla situazione non provando mai a dare un cambio di ritmo alla squadra. OPACO

Taider: 5,5 – Non può essere lui a dare una svolta al match. Prova a smistare palla per i suoi però quasi sempre orizzontalmente. PREVEDIBILE

Botta: sv

Mazzarri: 4 – La rosa è scarsa ma il gioco latita ed alcune scelte di formazione sono alquanto discutibili. Ed in conferenza stampa , non potendo dare colpa agli arbitri,  questa volta punta il dito contro i tifosi. Lui è “mister pefect”, lui è l’allenatore più forte al mondo e chiaramente secondo la sua testa non può avere una sola piccola colpa. PATETICO