Inter-Cagliari 1-4: i nerazzurri crollano a San Siro

Mazzarri
Mazzarri

È appena terminata Inter-Cagliari, gara valida per la quinta giornata di campionato. Una partita complicata, in cui l’Inter aveva l’obbligo morale di vincere per dimostrare di avere continuità nei risultati positivi, e il Cagliari aveva bisogno di una vittoria per risollevarsi da un inizio campionato non soddisfacente.

Gli undici giocatori schierati da Walter Mazzarri nel primo tempo sono stati: Handanovic, Andreolli, Vidic,  Juan Jesus,  Nagatomo,  Hernanes,  Medel, 10 Kovacic,  Dodò, Palacio e Osvaldo.

Dopo i primi minuti di gioco la situazione si è subito complicata, al 9′ è arrivato infatti il gol di Marco Sau nato da un errore di Nagatomo durante un duello con Cossu.

L’Inter non si è però lasciata sconvolgere o destabilizzare inizialmente, e al 18′ è arrivato il gol del pareggio firmato Osvaldo, nato da un calcio di punizione guadagnato e gestito perfettamente da Palacio. La situazione però è precipita subito dopo, Nagatomo riceve il primo giallo al 24′ e al 26′ arriva subito il secondo, il giapponese è così costretto ad uscire dal campo a lasciare l’Inter in 10.

Al 29′ l’Inter passa nuovamente in svantaggio, ci prova Dossena, Handanovic non trattiene ed Ekdal segna. L’inter assiste e non tampona un Cagliari scatenato, al 34′ numero di Ibarbo che entra in area, mette palla al centro per Ekdal, che segna nuovamente. Al 42′ poi, l’arbitro vede un intervento sospetto di Vidic su Sau, ed assegna senza pensarci un attimo, il calcio di rigore per il Cagliari, dal dischetto va a provarci Cossu, ma Handanovic riesce ad aver la meglio e para. L’entusiasmo per la parata dura però poco, appena un minuto dopo segna ancora Ekdal, realizzando la sua personale tripletta.

Come se tutto questo non bastasse, il primo tempo si conclude con l’infortunio di Dodò, sostituito da Danilo D’Ambrosio.

Il secondo tempo inizia con un cambio, esce Medel, ed entra al suo posto Fredy Guarin.

Al 48′ traversone di Palacio sul secondo palo, e l’Inter reclama per un presunto tocco di mano. Al 51′ un altro traversone questa volta di D’Ambrosio che trova Osvaldo sul secondo palo, la palla finisce in rete, ma il gol viene annullato per fuorigioco.

Mazzarri prova poi a cambiare la situazione giocando la carta Icardi che entra al 68′ sostituendo Palacio.

L’Inter prova a spingere con Mauro, ma il risultato non cambia, e il match termina 1-4 con la Vittoria del Cagliari.