Inter-Barcellona: le pagelle

HANDANOVIC 7: Para tutto il parabile, poi Malcom lo batte con un tiro anticipato quando ormai sembrava chiuso. Poteva scapparci il miracolo anche su Malcom? Può darsi ma il tiro era beffardo

VRSALJKO 5,5: Sulla fascia si propone spesso e volentieri, favorito da un Coutinho che non ripiega mai. Ma troppi, troppi cross sbagliati

SKRINIAR 8: Mostruoso. Tiene chiunque nell’uno contro uno e ingaggia un duello fantastico con Suarez. L’attaccante è forse il numero uno al mondo, Skriniar si eleva ad altezze siderali per dimostrarsi ancora una volta uno dei difensori più forti del pianeta.

DE VRIJ 6: Come Skriniar, meriterebbe un voto altissimo. Ma la prestazione viene sporcata da quell’uscita poco tempestiva che avvia il gol del vantaggio catalano

ASAMOAH 5,5: Soffre non poco le scorribande di Dembele, poi entra Malcom e la situazione non è che migliori di molto

VECINO 6: Sbaglia troppi appoggi elementari. Il pressing del Barcellona è asfissiante ma lui ci mette del suo. Poi, però, proprio alla fine mette lo zampino sul gol di Icardi

BROZOVIC 5: Giornata no per Epic Brozo. Subito in affanno, lo si vede dai primi minuti. Non entra mai in partita, il Barcellona lo soffoca

POLITANO 6,5: San Siro, giustamente, lo applaude convinto quando esce. Ci mette il giusto pepe per creare qualche grattacapo al Barcellona. E si dimostra giocatore che vale lo scenario della Champions League

NAINGGOLAN 5: Prova a metterci tutta la ‘garra’ di cui dispone ma il recupero lampo lo penalizza. Non è lui e si vede. Si trascina fino alla sostituzione senza poter incidere.

PERISIC 6,5: Gran parte delle azioni offensive dell’Inter partono dal suo piede. Gli manca ancora lo spunto finale per azzeccare il cross giusto o la conclusione bruciante ma la prestazione è decisamente superiore alle ultime opache uscite.

ICARDI 7: Un solo, vero pallone giocabile ed è subito gol. La risposta perfetta alla domanda: ma Icardi segnerà anche in Champions? Sì, senza alcun problema.

Inter-Barcellona
Inter-Barcellona (1-1)

BORJA VALERO 6,5: Ottimo impatto sulla partita, come spesso gli succede. Lucido e presente

CANDREVA SV

LAUTARO 6,5: Mette lo zampino nell’azione del gol, sfruttando al massimo i pochi minuti a disposizione. Classe e grinta al servizio della squadra: così si fa

SPALLETTI 7: Ha cambiato la testa di una squadra che fino a metà stagione passata aveva paura della sua ombra. Ora va sotto con il Barcellona ma non muore mai. Non è finita finché non è finita: la lezione di Luciano da Certaldo sta facendo breccia.