Dopo la vittoria in rimonta con la Fiorentina, l’Inter deve fare i conti con l’Atalanta. E Simone Inzaghi tiene alta la guardia in vista del big match contro la Dea. “L’Atalanta è un’ottima squadra. Non regala e non concede nulla. E noi dovremo fare lo stesso”, ha spiegato il tecnico nerazzurro. “La fame e la cattiveria fanno la differenza in partite come questa”, ha aggiunto.

“Martedì è stato importante vincere nonostante una prima mezz’ora di sofferenza – ha continuato Inzaghi parlando del successo con la Viola -. Siamo rimasti lucidi e abbiamo reagito bene”. “Abbiamo vinto su un calcio difficile, ma già domani avremo un’altra gara molto impegnativa”, ha proseguito.

Quanto all’undici che scenderà in campo contro l’Atalanta, Inzaghi invece non si sbilancia. “Vedrò quali saranno le condizioni generali della squadra e poi domani deciderò con calma la formazione”, ha spiegato. “Sono contento del rendimento della squadra – ha proseguito commentando i tanti gol messi a segno -. Cerco di coinvolgere tutti”. “Ho ottimi giocatori che si fanno sempre trovare pronti – ha aggiunto -. Con i cinque cambi titolari sono sempre meno. Ho bisogno di tutti e tutti stanno dando ottimi segnali”.

Poi qualche considerazione sul lavoro in allenamento. “Stiamo cercando di preparare tante soluzioni in attacco – ha proseguito -. Ho trovato una squadra ottimamente allenata e con grande disponibilità. In più cerchiamo di dare idee per far crescere la squadra e i suoi meccanismi”.

“Non stiamo pensando alla Champions, siamo focalizzati sulla gara contro l’Atalanta – ha concluso Inzaghi -. E’ una grandissima squadra e giocando ogni due giorni è difficile fare discorsi a lungo termine, ma bisogna guardare all’immediato. E l’immediato ora si chiama Atalanta”.

FONTEsportmediaset.mediaset.it