Inter-arbitri, ci risiamo: ed allora i nerazzurri vanno di ‘velina’ ai giornali… “Fastidio”

Thohir e MorattiErick Thohir verrà pure da lidi lontanissimi, ma quel ‘fil rouge’ che sembra legare gli arbitraggi incassati dall’Inter – tra la sua prima stagione da proprietario della Beneamata e l’avvio di quella attuale – è parso anche a lui assolutamente anomalo, per non dire di peggio.

I due goal annullati contro il Palermo, soprattutto il secondo di Icardi col fuorigioco di D’Ambrosio che sembra passivo alla luce della nuova interpretazione della norma, hanno fatto ricomparire i soliti fantasmi. E lo stesso Walter Mazzarri fa uno sforzo immane per non sbottare in maniera più fragorosa delle piccole stilettate che manda alle giacchette nere.

Meglio allora – visto che siamo appena alla quarta giornata – mandare subito un bel segnale a chi di dovere, affinchè non si pensi che il buon Thohir – solo perchè se ne sta in Indonesia – sia disposto a passare un’altra annata tutta così. Dunque l’Inter si attiva tramite canali non ufficiali, e fa arrivare sulle pagine dei giornali la propria posizione sul tema.

La ‘Gazzetta dello Sport’ parla di “fastidio”, il ‘Corriere della Sera’ ci aggiunge un aggettivo, perchè le buone maniere sono importanti… “Garbato fastidio”. Ma la sostanza non cambia: l’Inter fa sapere che da adesso in poi l’attenzione per la problematica sarà massima, e di conseguenza si aspetta che medesima attenzione arrivi anche da Aia e Can.

E quest’ultima, per la mano del nuovo designatore Messina, ha già risposto, ma a modo suo… L’Inter chiede attenzione? Ecco dunque la scelta ‘particolare’ per il match di stasera contro l’Atalanta: dirigerà Gervasoni, lo stesso arbitro che il 7 aprile 2013 decretò un rigore molto discutibile (eufemismo) a favore degli orobici, poi vittoriosi a fine partita in un San Siro ribollente…

Fonte: goal.com