Insulti a Thohir: deferiti Ferrero e la Sampdoria

Ferrero
Ferrero

Le scuse non sono bastate per salvarsi in calcio d’angolo.  Quel “caccia er filippino”, sparato dalla bocca di Massimo Ferrero come consiglio a Moratti è costato il deferimento al presidente della Sampdoria.

Il Procuratore Federale e il Procuratore Federale Aggiunto hanno definitivo le dichiarazioni di Ferrero come“lesive, offensive e discriminatorie per motivi etnici nei confronti del presidente dell’Inter Erick Thohir”.

La FIGC aveva subito aperto un fasciscolo su Ferrero, che con le sue bizzarre uscite rischia di diventare sempre più stucchevole. Perché l’effetto sorpresa sta svanendo e il personaggio, seppur simpatico e nuovo nel mondo del calcio, comincia a stufare.

Insieme a Ferrero, è stata deferita anche la Sampdoria “a titolo di responsabilità diretta e concorrente”.

Fonte: goal.com