L’infortunio di Icardi non convince l’Inter

La vicenda che riguarda Mauro Icardi e l’Inter è destinata a non risolversi in breve tempo. Ci sono tutti gli ingredienti possibili per una telenovela che potrebbe durare un bel po’. L’unica cosa certa è che la società nerazzurra, oggi, avrà un incontro faccia a faccia con il giocatore. Ma andiamo per gradi.

Giovedì sera è arrivata la vittoria dell’Inter in Europa League contro il Rapid Vienna, con il goal decisivo di Lautaro Martinez. Prima della partita, Piero Ausilio aveva aperto un altro taglio con Mauro Icardi, come si evince da tutte le sue parole, ma soprattutto sottolineando l’assenza di qualsiasi infortunio.

Io sono partito subito con la squadra. Icardi era tra i convocati dopo l’allenamento, poi ha fatto la scelta di non venire e non penso fosse un problema fisico. Tutti fanno fisioterapia, non è un discorso di infortunio

Poi, a fine partita, Mauro Icardi ha postato su Instagram un messaggio enigmatico, che però lascia trasparire una cosa certa: il giocatore è parecchio arrabbiato con qualcuno all’interno della società, se non con tutti.

La questione sull’infortunio nasce sempre da una foto pubblicata dall’ex capitano dell’Inter su Instagram: “Fiosioterapia, Day 1”. Come a far capire che abbia cominciato ieri un percorso più o meno lungo di cure e, quindi, sarà assente contro la Sampdoria.

Secondo ‘La Gazzetta dello Sport’, Icardi avrebbe giocato nell’ultimo periodo con un guaio al ginocchio. Adesso, degradato dalla fascia, non vuole stringere più i denti per la causa nerazzurra, pensando prima di tutto a curarsi.

Una bomba ad orologeria pronta ad esplondere, insomma. Oggi ad Appiano Gentile, al rientro della squadra da Vienna, ci sarà il tanto atteso faccia a faccia tra la dirigenza, Luciano Spalletti e lo stesso Mauro Icardi. D’altronde ieri Piero Ausilio è stato chiaro: “Non abbiamo ancora potuto parlare con il giocatore dopo gli ultimi avvenimenti”.

All’incontro dovrebbe essere presente anche il responsabile del settore medico, Piero Volpi. La società intanto ha voluto mandare un segnale distensivo, non multando l’argentino. Ma bisogna vedere, appunto oggi, le intenzioni di Icardi…