Il rifinanziamento del doppio bond dell’Inter da complessivi 375 milioni di euro prosegue senza sosta. In questi giorni, come riporta Il Corriere dello Sport, rappresentanti della società nerazzurra hanno incontrato a Milano quelli di Goldman Sachs, banca d’affari che si sta occupando dell’operazione.

In poche settimane gli ultimi passaggi saranno completati e si potrà procedere con l’emissione di un nuovo e unico bond per una cifra leggermente superiore: 400 milioni di euro.

Attraverso questo nuovo finanziamento, le rate per le cessioni di Lukaku e Hakimi e le diverse tranche del prestito da parte di Oaktree, l’Inter riuscirà ad arrivare fino a fine stagione garantendosi l’assenza di problemi di liquidità.

Nel frattempo, per il prossimo 28 ottobre si attende l’assemblea dei soci che porterà all’approvazione del bilancio 2020/21. L’esercizio relativo alla scorsa stagione si è chiuso con un rosso record di 245 milioni di euro, il più alto nella storia della Serie A.

FONTEcalcioefinanza.it