L’impero di Thohir e le vittorie di Moratti

Sarà l’uomo giusto?  È solo business? Farà il bene dell’Inter? Gli interrogativi dei tifosi nerazzurri sono molti. Quelli più romantici saranno rimasti sconvolti dalla notizia. Quelli  più razionali   avranno accettato la  scelta di Moratti  a malincuore ma con la consapevolezza che era necessario arrivare a un cambiamento. Dal punto di vista economico infatti,  il magnate indonesiano Erick Thohir  potrebbe dare quelle garanzie che  Moratti forse non era più in grado di assicurare.

Proprietà in tutto il mondo  —  L’indonesiano, magnate dell’editoria e della televisione indonesiana, è  il proprietario di maggioranza della squadra di calcio dei D.C. United e per il 15% di quella di basket dei Philadelphia 76ers. Quattro figli e un Master in economia conseguito negli Stati Uniti, Thohir – il cui papà, Teddy, è al comando di Astra International, holding a capo di una miriade di aziende nei più svariati settori che nel 2012 ha fatturato 15,6 miliardi di dollari e dato lavoro a 123.919 persone – ha iniziato nel 1993 la sua attività nel campo dei media, creando il Mahaka Group. Nel 2011 Thohir jr è diventato il proprietario del quotidiano indonesiano Republika, oltre che della televisione JakTV e di svariate emittenti radiofoniche. Negli Usa, dove ha studiato, nasce la sua passione per il basket. È uno dei proprietari dei Philadelphia 76ers, squadra della Nba, ed è presidente della Federbasket indonesiana e della federazione pallacanestro del Sud Est asiatico, nonché di un paio di club d’Indonesia. Per quanto riguarda il calcio, è il proprietario dei D.C. United, la squadra più titolata della Mls fondata nel 1995.

Moratti  —  I soldi  di certo non gli  mancano. Il dubbio è che non ci sia la passione. Quella che tutti i tifosi vorrebbero da un  presidente verso la  sua squadra. Moratti ha avuto e ha un attaccamento speciale ai colori nerazzurri tanto da aver speso nei suoi 18 anni di presidenza una vera fortuna. E se spesso è stato criticato per acquisti e mancate cessioni dettati più dal cuore che dalla ragione, nella storia morattiana i successi sono arrivati anche  grazie al suo ruolo di presidente-tifoso e all’amore per l’Inter, trasmesso   a giocatori, allenatori, staff completo.

I successi  —  Dal febbraio 1995, data in cui Massimo Moratti è diventato presidente, sono stati 16  i trofei conquistati dalla sua Inter: un Mondiale per club, una Champions League, una Coppa Uefa, 5 scudetti, 4 Coppe Italia e 4 Supercoppe Italiane. I tifosi interisti sperano  che Thohir faccia anche meglio  di così.

Fonte: Gazzetta dello Sport