Il restyling è completo: Mancini ha la sua squadra!

Tre colpi, un nuovo tecnico e l’Inter cambia volto. Con l’arrivo di Roberto Mancini sulla panchina nerazzurra era prevedibile ipotizzare una squadra diversa da quella scialba e prevedibile vista sotto la gestione Mazzarri. Il mercato, poi, ha dato le conferme del caso portando a disposizione del tecnico jesino qualità sugli esterni offensivi e geometrie a centrocampo.

Ecco, dunque, che inizia ad intravedersi un’Inter 2.0. Disegnata con il canonico 4-2-3-1 Handanovic rimane la certezza fra i pali, mentre in difesa Hugo Armando Campagnaro ha ritrovato una maglia da titolare sull’out di destra dopo mesi di esilio con Ranocchia, Juan Jesus e D’Ambrosio elementi di continuità rispetto al passato (Vidic, Nagatomo e Dodò le alternative). In mediana Medel è ancora chiamato a far legna, ma al suo fianco, in attesa dell’inserimento di Brozovic c’è un rigenerato e sorprendente Fredy Guarin nell’ennesima tappa del suo pellegrinaggio fra tutti i ruoli del centrocampo (Kuzmanovic il jolly a disposizione). In avanti, come detto Lukas Podolski e Xherdan Shaqiri sono i volti nuovi, le ali per volare e far male. Kovacic e Icardi, invece, i consueti punti di riferimento. Una squadra diversa, neanche lontanamente avvicinabile a quella progettata la scorsa estate.

L’obiettivo è sempre la Champions, ma le carte in tavola sono diverse. Vediamo se alla Pinetina uscirà la mano vincente.

FONTEtuttomercatoweb.com